Roberto Saviano ( @robertosaviano_official ) Instagram Profile

robertosaviano_official

Roberto Saviano

Italian writer. Author of Gomorra, ZeroZeroZero, La paranza dei bambini and Bacio feroce. Creator of the TV series Gomorra.

  • 1.2k posts
  • 594.7k followers
  • 202 following

Roberto Saviano Profile Information

  • La statua della libertà con il sombrero messicano! Mi piace assai questo murale, lo vedo come un omaggio. Senza i lavoratori messicani e il loro impegno costante, l’economia americana collasserebbe.
La difesa dei lavoratori immigrati coincide con la difesa della democrazia.
@kobrastreetart #nyc #statueofliberty #sombrero #murales
  • La statua della libertà con il sombrero messicano! Mi piace assai questo murale, lo vedo come un omaggio. Senza i lavoratori messicani e il loro impegno costante, l’economia americana collasserebbe.
    La difesa dei lavoratori immigrati coincide con la difesa della democrazia.
    @kobrastreetart #nyc #statueofliberty #sombrero #murales
  •  15,349  143  3 hours ago

Advertisements

  • Ho potuto accarezzare per qualche minuto la prima edizione dei "Canti", personalmente curata dal Conte Giacomo Leopardi. Un imprevisto slancio romantico mi ha attraversato pensando che sulle medesime pagine che stavo sfogliando fossero corsi i suoi stessi polpastrelli...
Leopardi scrisse così a suo padre per annunciargli l'uscita di questa edizione: "Ho venduto il manoscritto de' miei versi (...) per 80 zecchini: nello stato attuale sì problematico del commercio, non è stato possibile ottenere di più. Io sto ancora passabilmente, benché il freddo e il fuoco comincino a incomodarmi. Felicissime feste a Lei, alla cara Mamma, ai cari fratelli, che abbraccio. Mi ami, come sempre, e mi benedica.
Giacomo." #leopardi #canti #linfinito #giacomoleopardi
  • Ho potuto accarezzare per qualche minuto la prima edizione dei "Canti", personalmente curata dal Conte Giacomo Leopardi. Un imprevisto slancio romantico mi ha attraversato pensando che sulle medesime pagine che stavo sfogliando fossero corsi i suoi stessi polpastrelli...
    Leopardi scrisse così a suo padre per annunciargli l'uscita di questa edizione: "Ho venduto il manoscritto de' miei versi (...) per 80 zecchini: nello stato attuale sì problematico del commercio, non è stato possibile ottenere di più. Io sto ancora passabilmente, benché il freddo e il fuoco comincino a incomodarmi. Felicissime feste a Lei, alla cara Mamma, ai cari fratelli, che abbraccio. Mi ami, come sempre, e mi benedica.
    Giacomo." #leopardi #canti #linfinito #giacomoleopardi
  •  21,840  396  14 hours ago
  • Pietro Marrone e Luca Casarini, rispettivamente comandante e capo missione della Mar Jonio, imbarcazione della Ong Mediterranea, e Mimmo Lucano, sindaco di Riace: uomini che hanno deciso di disobbedire a leggi ingiuste e inumane. Per questo Marrone e Casarini sono indagati e Lucano è stato rinviato a giudizio. Loro non scappano, come ha fatto il Ministro della Mala Vita, di fronte alle conseguenze delle proprie azioni e delle proprie idee. I loro corpi sono testimonianza che usano per contestare leggi inique.
Pietro Marrone, Luca Casarini e Mimmo Lucano oggi ci fanno sentire fieri di essere italiani.

#PietroMarrone #LucaCasarini #MimmoLucano @mediterranearescue #MinistroDellaMalaVita
  • Pietro Marrone e Luca Casarini, rispettivamente comandante e capo missione della Mar Jonio, imbarcazione della Ong Mediterranea, e Mimmo Lucano, sindaco di Riace: uomini che hanno deciso di disobbedire a leggi ingiuste e inumane. Per questo Marrone e Casarini sono indagati e Lucano è stato rinviato a giudizio. Loro non scappano, come ha fatto il Ministro della Mala Vita, di fronte alle conseguenze delle proprie azioni e delle proprie idee. I loro corpi sono testimonianza che usano per contestare leggi inique.
    Pietro Marrone, Luca Casarini e Mimmo Lucano oggi ci fanno sentire fieri di essere italiani.

    #PietroMarrone #LucaCasarini #MimmoLucano @mediterranearescue #MinistroDellaMalaVita
  •  14,870  905  23 March, 2019

Advertisements

  • Grazie per la solidarietà che mi state esprimendo in ogni modo da ogni angolo del pianeta. Quando sei sotto pressione in questo modo, il corpo inizia a reagire irrigidendosi, come a creare un'armatura pronta a resistere agli assalti banditeschi. Queste parole superano l’armatura arrivando alla carne. La solitudine che mi aspetta è mitigata da questa solidarietà. Grazie.
A differenza del Ministro Salvini, che si è sottratto alle sue responsabilità scappando dal processo sul caso Diciotti, io sono pronto ad affrontare questo processo e prometto a tutti coloro che mi stanno sostenendo e allo stesso Ministro che con l'unico mezzo a mia disposizione, la parola, non darò tregua alle sue continue bugie. 
Grazie per aver fatto vostra questa battaglia.

@salman.rushdie #javiercercas @nenglander #hanifkureishi @antoinegallimard @larepubblica
  • Grazie per la solidarietà che mi state esprimendo in ogni modo da ogni angolo del pianeta. Quando sei sotto pressione in questo modo, il corpo inizia a reagire irrigidendosi, come a creare un'armatura pronta a resistere agli assalti banditeschi. Queste parole superano l’armatura arrivando alla carne. La solitudine che mi aspetta è mitigata da questa solidarietà. Grazie.
    A differenza del Ministro Salvini, che si è sottratto alle sue responsabilità scappando dal processo sul caso Diciotti, io sono pronto ad affrontare questo processo e prometto a tutti coloro che mi stanno sostenendo e allo stesso Ministro che con l'unico mezzo a mia disposizione, la parola, non darò tregua alle sue continue bugie.
    Grazie per aver fatto vostra questa battaglia.

    @salman.rushdie #javiercercas @nenglander #hanifkureishi @antoinegallimard @larepubblica
  •  10,868  1,100  22 March, 2019
  • Verrò processato per aver definito Salvini #MinistroDellaMalaVita e buffone. Ribadisco il mio giudizio su di lui e la legittimità nel poterlo definire tale. Mentre io andrò a farmi processare, Salvini scappa dal processo sul caso #Diciotti. Salvini, #CapitanCodardo! @larepubblica
  • Verrò processato per aver definito Salvini #MinistroDellaMalaVita e buffone. Ribadisco il mio giudizio su di lui e la legittimità nel poterlo definire tale. Mentre io andrò a farmi processare, Salvini scappa dal processo sul caso #Diciotti. Salvini, #CapitanCodardo! @larepubblica
  •  31,598  3,165  20 March, 2019

Advertisements

  • Alla vigilia del voto in Senato sul caso #Diciotti, che salverà il Ministro della Mala Vita dal rischio concreto di finire in carcere, assistiamo al suo ennesimo atto da buffone sulla pelle dei migranti. Grazie @mediterranearescue per aver salvato 49 persone dal mare e dalle prigioni libiche.
  • Alla vigilia del voto in Senato sul caso #Diciotti, che salverà il Ministro della Mala Vita dal rischio concreto di finire in carcere, assistiamo al suo ennesimo atto da buffone sulla pelle dei migranti. Grazie @mediterranearescue per aver salvato 49 persone dal mare e dalle prigioni libiche.
  •  11,856  1,491  19 March, 2019
  • Il 19 marzo di 25 anni fa don Peppe Diana, parroco di Casal di Principe, veniva ucciso nella sacrestia della sua chiesa, con cinque colpi di pistola. Punito dalla camorra in modo esemplare, nel giorno del suo onomastico. I clan casalesi non potevano perdonargli il suo impegno antimafia: don Peppe stava risvegliando una comunità, invitava a denunciare i crimini e le ingiustizie, ad avere il coraggio di alzare la voce contro la camorra. "Per amore del mio popolo non tacerò" si intitola la lettera che Don Peppe, insieme ad altri parroci, volle fosse diffusa in tutte le parrocchie della zona a Natale del '91, pochi anni prima di essere ucciso. In quel documento, che è diventato il suo testamento, faceva appello ai fedeli, alla Chiesa e alle istituzioni, affinché ognuno facesse la sua parte nella lotta contro la camorra. Ricordare Don Peppe Diana oggi significa rinnovare e accogliere il suo appello. Significa dire: "Non taceremo, don Peppe. Non taceremo." #donPeppeDiana #19marzo #PerAmoreDelMioPopoloNonTacero
  • Il 19 marzo di 25 anni fa don Peppe Diana, parroco di Casal di Principe, veniva ucciso nella sacrestia della sua chiesa, con cinque colpi di pistola. Punito dalla camorra in modo esemplare, nel giorno del suo onomastico. I clan casalesi non potevano perdonargli il suo impegno antimafia: don Peppe stava risvegliando una comunità, invitava a denunciare i crimini e le ingiustizie, ad avere il coraggio di alzare la voce contro la camorra. "Per amore del mio popolo non tacerò" si intitola la lettera che Don Peppe, insieme ad altri parroci, volle fosse diffusa in tutte le parrocchie della zona a Natale del '91, pochi anni prima di essere ucciso. In quel documento, che è diventato il suo testamento, faceva appello ai fedeli, alla Chiesa e alle istituzioni, affinché ognuno facesse la sua parte nella lotta contro la camorra. Ricordare Don Peppe Diana oggi significa rinnovare e accogliere il suo appello. Significa dire: "Non taceremo, don Peppe. Non taceremo." #donPeppeDiana #19marzo #PerAmoreDelMioPopoloNonTacero
  •  5,317  81  19 March, 2019
  • Sono felice che @larepubblica abbia deciso di pubblicare l'articolo che ho scritto per l'ultimo numero di The New York Review of Books. È una storia incredibile. La più grande fuga dal narcotraffico nella storia dell’umanità. Ho cercato di spiegare che la carovana di migranti partita dall'Honduras l'ottobre scorso non era un ammasso di pericolosi criminali, come Trump ha cercato di far credere, ma erano migliaia di disperati che dai criminali semmai scappavano. Le gang di strada e i cartelli della droga hanno ridotto da parecchi anni l'Honduras a un Paese in guerra senza che ufficialmente venga annoverato come tale. A questa situazione hanno contribuito gli Stati Uniti con le loro scelte politiche, per le quali l'Honduras e il Centro America hanno pagato un prezzo altissimo, ma Trump si limita a sfruttare l'effetto della tragedia, dando solo una lettura opportunistica del fenomeno. Eppure, nonostante la politica di chiusura messa in atto dal governo statunitense negli ultimi mesi, nonostante le centinaia di centroamericani ancora fermi in Messico in attesa di trovare asilo, nonostante gli arresti per chi ha scavalcato illegalmente il confine e i rimpatri di migliaia di persone, una nuova carovana di migranti è partita dall'Honduras a metà gennaio. Si sono messi in viaggio pur sapendo che, dopo settimane di cammino, entrare negli Stati Uniti non sarebbe stato un epilogo scontato. La politica di Trump non può fare nulla per fermare la loro fuga per la vita. 
Link all'articolo completo in stories.

#caravan #Honduras #carovana #Trump
  • Sono felice che @larepubblica abbia deciso di pubblicare l'articolo che ho scritto per l'ultimo numero di The New York Review of Books. È una storia incredibile. La più grande fuga dal narcotraffico nella storia dell’umanità. Ho cercato di spiegare che la carovana di migranti partita dall'Honduras l'ottobre scorso non era un ammasso di pericolosi criminali, come Trump ha cercato di far credere, ma erano migliaia di disperati che dai criminali semmai scappavano. Le gang di strada e i cartelli della droga hanno ridotto da parecchi anni l'Honduras a un Paese in guerra senza che ufficialmente venga annoverato come tale. A questa situazione hanno contribuito gli Stati Uniti con le loro scelte politiche, per le quali l'Honduras e il Centro America hanno pagato un prezzo altissimo, ma Trump si limita a sfruttare l'effetto della tragedia, dando solo una lettura opportunistica del fenomeno. Eppure, nonostante la politica di chiusura messa in atto dal governo statunitense negli ultimi mesi, nonostante le centinaia di centroamericani ancora fermi in Messico in attesa di trovare asilo, nonostante gli arresti per chi ha scavalcato illegalmente il confine e i rimpatri di migliaia di persone, una nuova carovana di migranti è partita dall'Honduras a metà gennaio. Si sono messi in viaggio pur sapendo che, dopo settimane di cammino, entrare negli Stati Uniti non sarebbe stato un epilogo scontato. La politica di Trump non può fare nulla per fermare la loro fuga per la vita.
    Link all'articolo completo in stories.

    #caravan #Honduras #carovana #Trump
  •  13,342  180  18 March, 2019
  • Il potere finanziario che diventa riciclaggio, i veleni della Terra dei fuochi, una stagione in cui le donne boss occupano un ruolo determinante e un’Italia che è sempre più il Venezuela d’Europa. Dal 29 marzo #Gomorra4.
  • Il potere finanziario che diventa riciclaggio, i veleni della Terra dei fuochi, una stagione in cui le donne boss occupano un ruolo determinante e un’Italia che è sempre più il Venezuela d’Europa. Dal 29 marzo #Gomorra4.
  •  13,718  504  17 March, 2019
  • Il 16 marzo 1926 iniziò a Chieti il processo contro gli squadristi che avevano rapito e ucciso Giacomo Matteotti, colpevole di aver denunciato alla Camera le violenze e gli imbrogli elettorali dei fascisti. Il processo fu una farsa, un tentativo di togliere responsabilità politiche a Mussolini. Amerigo Dumini, Albino Volpi,  Amleto Poveromo, difesi in aula da Roberto Farinacci, che rivestiva anche l’incarico di segretario nazionale del Partito Fascista (sic!) furono condannati per omicidio preterintenzionale ad una pena di 5 anni, 11 mesi e 20 giorni di reclusione. Il loro silenzio sulla responsabilità del Duce fu garanzia per questa condanna ridicola. In seguito all'amnistia, furono anche condonati 4 anni. Incredibile vergogna.
Matteotti pagò il suo coraggio di socialista riformatore che denunciava le bugie del fascismo. Raccontate di lui ai vostri figli, ai vostri studenti, ai vostri amici quando sentite che sono tentati dal pensiero imbecille “il fascismo ha fatto anche cose buone”. #fascismonulladibuono
#16marzo #giacomomatteotti #fascismo #antifascismo #socialismo
  • Il 16 marzo 1926 iniziò a Chieti il processo contro gli squadristi che avevano rapito e ucciso Giacomo Matteotti, colpevole di aver denunciato alla Camera le violenze e gli imbrogli elettorali dei fascisti. Il processo fu una farsa, un tentativo di togliere responsabilità politiche a Mussolini. Amerigo Dumini, Albino Volpi, Amleto Poveromo, difesi in aula da Roberto Farinacci, che rivestiva anche l’incarico di segretario nazionale del Partito Fascista (sic!) furono condannati per omicidio preterintenzionale ad una pena di 5 anni, 11 mesi e 20 giorni di reclusione. Il loro silenzio sulla responsabilità del Duce fu garanzia per questa condanna ridicola. In seguito all'amnistia, furono anche condonati 4 anni. Incredibile vergogna.
    Matteotti pagò il suo coraggio di socialista riformatore che denunciava le bugie del fascismo. Raccontate di lui ai vostri figli, ai vostri studenti, ai vostri amici quando sentite che sono tentati dal pensiero imbecille “il fascismo ha fatto anche cose buone”. #fascismonulladibuono
    #16marzo #giacomomatteotti #fascismo #antifascismo #socialismo
  •  16,797  340  16 March, 2019
  • È un attacco terroristico quello avvenuto in due moschee in Nuova Zelanda. Non dobbiamo avere pudori nel definirlo tale. È stato un attacco terroristico. 49 persone sono state uccise mentre pregavano. Terrorismo alimentato da una sistematica diffusione di bugie, pregiudizi, fobie, le stesse che alimentano ogni tipo di fondamentalismo. Il terrorista che ha sparato su persone inermi aveva scritto sui caricatori i nomi di battaglie storiche e di sovrani simbolo della battaglia all’Islam. Nel suo delirio era finito persino citato l’italiano Traini.
Fondare la politica sul rancore verso l’altro, identificare il male nell’immigrato o nell’islamico, estendere la legittima difesa come forma di sicurezza: tutto questo significa armare d'odio una comunità.

#nuovazelanda #newzealand
  • È un attacco terroristico quello avvenuto in due moschee in Nuova Zelanda. Non dobbiamo avere pudori nel definirlo tale. È stato un attacco terroristico. 49 persone sono state uccise mentre pregavano. Terrorismo alimentato da una sistematica diffusione di bugie, pregiudizi, fobie, le stesse che alimentano ogni tipo di fondamentalismo. Il terrorista che ha sparato su persone inermi aveva scritto sui caricatori i nomi di battaglie storiche e di sovrani simbolo della battaglia all’Islam. Nel suo delirio era finito persino citato l’italiano Traini.
    Fondare la politica sul rancore verso l’altro, identificare il male nell’immigrato o nell’islamico, estendere la legittima difesa come forma di sicurezza: tutto questo significa armare d'odio una comunità.

    #nuovazelanda #newzealand
  •  14,096  855  15 March, 2019