#processiculturali Instagram Photos & Videos

processiculturali - 100 posts

Hashtag Popularity

0.6
average comments
13
average likes

Latest #processiculturali Posts

  • Nel numero 3/2019 di #rtsa Natalia Munhoz Machado Prigol della Pontifical Catholic University of Paraná e Marco Antônio César Villatore della Federal University of Santa Catarina presentano un articolo dal titolo "L’impegno dei global players nella tutela dei diritti umani". Il lavoro intende analizzare proposte in grado di coinvolgere attori globali, società transnazionali, al fine di proteggere i diritti umani. Innanzitutto, viene analizzata l'idea di responsabilità sociale delle imprese e la sua concettualizzazione, dimostrando che la sola idea non è sufficiente per coinvolgere le società transnazionali nella difesa dei diritti umani. Successivamente, vengono analizzate alcune proposte che mirano a costringere efficacemente gli attori globali nella difesa di tali diritti come: (i) la creazione di un centro transnazionale che possa sorvegliare l'operato di tali società (ii) regolamenti più severi; (iii) responsabilità sociale. Si è concluso che la soluzione migliore potrebbe essere l'inserimento di regolamenti più severi dove tutti gli attori si ritroveranno coinvolti nella protezione dei diritti umani.

#global #human #rights #attoriglobali #società #transnazionali #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 3/2019 di #rtsa Natalia Munhoz Machado Prigol della Pontifical Catholic University of Paraná e Marco Antônio César Villatore della Federal University of Santa Catarina presentano un articolo dal titolo "L’impegno dei global players nella tutela dei diritti umani". Il lavoro intende analizzare proposte in grado di coinvolgere attori globali, società transnazionali, al fine di proteggere i diritti umani. Innanzitutto, viene analizzata l'idea di responsabilità sociale delle imprese e la sua concettualizzazione, dimostrando che la sola idea non è sufficiente per coinvolgere le società transnazionali nella difesa dei diritti umani. Successivamente, vengono analizzate alcune proposte che mirano a costringere efficacemente gli attori globali nella difesa di tali diritti come: (i) la creazione di un centro transnazionale che possa sorvegliare l'operato di tali società (ii) regolamenti più severi; (iii) responsabilità sociale. Si è concluso che la soluzione migliore potrebbe essere l'inserimento di regolamenti più severi dove tutti gli attori si ritroveranno coinvolti nella protezione dei diritti umani.

    #global #human #rights #attoriglobali #società #transnazionali #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  7  0  20 hours ago
  • Nel numero 3/2018 di#rtsa Alessandro Ricci dell'università di #torvergata interviene su "Lo Stato Islamico: sfida globale all’ordine geopolitico mondiale"

Da quando è stato proclamato nel giugno del 2014, lo Stato Islamico ha rappresentato un elemento di disordine geopolitico nel sistema politico internazionale. Il caos geografico causato dall’Isis ha riguardato sia la dimensione interna agli Stati coinvolti dalla sua affermazione – in primis Siria e Iraq – sia la dimensione relativa alle relazioni internazionali e alla risposta fornita dall’Occidente. Stando a entrambe queste prospettive, partendo dalla riflessione geografica, è possibile intravedere i segni di una perdita di centralità dell’asse imperniato sugli Stati Uniti, tale da far cambiare la geografia politica internazionale a favore di un multipolarismo che ridisegnerebbe la carta politica globale.

#islam #politica #statoglobale #statiuniti #occidente #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 3/2018 di #rtsa Alessandro Ricci dell'università di #torvergata interviene su "Lo Stato Islamico: sfida globale all’ordine geopolitico mondiale"

    Da quando è stato proclamato nel giugno del 2014, lo Stato Islamico ha rappresentato un elemento di disordine geopolitico nel sistema politico internazionale. Il caos geografico causato dall’Isis ha riguardato sia la dimensione interna agli Stati coinvolti dalla sua affermazione – in primis Siria e Iraq – sia la dimensione relativa alle relazioni internazionali e alla risposta fornita dall’Occidente. Stando a entrambe queste prospettive, partendo dalla riflessione geografica, è possibile intravedere i segni di una perdita di centralità dell’asse imperniato sugli Stati Uniti, tale da far cambiare la geografia politica internazionale a favore di un multipolarismo che ridisegnerebbe la carta politica globale.

    #islam #politica #statoglobale #statiuniti #occidente #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  9  0  13 February, 2020
  • Nel numero 3/2019 Parcelli Dionizio Moreira della Pontifícia Universidade Católica do Paraná ci presenta "Un’analisi riduzionista al PIL attraverso l'approccio delle capability di Amartya Sen". Lo scopo di questo saggio è quello di analizzare il carattere riduzionista del discorso sul prodotto interno lordo (PIL) e anche la naturalizzazione della metrica del PIL in termini economici, il che suggerisce che i governi e le istituzioni globali non si concentreranno solo sullo stimolo delle capacità degli esseri umani. Le capabilities rappresentano un complesso di functionings, in grado di permettere alle persone di creare condizioni di reddito o benessere migliori autonomamente. Questa complessità dell'approccio basato sui capabilities è strettamente legata alle peculiarità della realtà. Attualmente, le società contemporanee hanno avuto un enorme contrasto e un'intensa eterogeneità negli aspetti culturali, etnici, politici e d'altri tipi. Di conseguenza, queste congiunture aumentano la potenzialità dei conflitti, motivo per cui attraverso il trattamento integrativo dei problemi sarà possibile comprendere le intricate differenze tra gli esseri umani.

#PIL #economia #amartyasen #capabilities #naturalizzazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 3/2019 Parcelli Dionizio Moreira della Pontifícia Universidade Católica do Paraná ci presenta "Un’analisi riduzionista al PIL attraverso l'approccio delle capability di Amartya Sen". Lo scopo di questo saggio è quello di analizzare il carattere riduzionista del discorso sul prodotto interno lordo (PIL) e anche la naturalizzazione della metrica del PIL in termini economici, il che suggerisce che i governi e le istituzioni globali non si concentreranno solo sullo stimolo delle capacità degli esseri umani. Le capabilities rappresentano un complesso di functionings, in grado di permettere alle persone di creare condizioni di reddito o benessere migliori autonomamente. Questa complessità dell'approccio basato sui capabilities è strettamente legata alle peculiarità della realtà. Attualmente, le società contemporanee hanno avuto un enorme contrasto e un'intensa eterogeneità negli aspetti culturali, etnici, politici e d'altri tipi. Di conseguenza, queste congiunture aumentano la potenzialità dei conflitti, motivo per cui attraverso il trattamento integrativo dei problemi sarà possibile comprendere le intricate differenze tra gli esseri umani.

    #PIL #economia #amartyasen #capabilities #naturalizzazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  8 February, 2020
  • Nel numero 3/2016 Francesco Ferzetti dell'università G. D'Annunzio di Chieti-Pescara interviene su "La promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche". Il lavoro affronta il tema della promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche. Materia interdisciplinare e particolarmente battuta dalla dottrina, rappresenta un aspetto originale per il pubblico impiego, un tempo considerato poco incline ad assumere caratteri innovativi (tipici del lavoro privato) oggi investito da una forte corrente di rinnovamento. L’analisi dell’istituto, confezionato inizialmente per il genere femminile, ma nel tempo divenuto d’uso promiscuo, porta inevitabilmente ad interloquire sugli stadi evolutivi del lavoro della donna (con riferimento alla conciliazione vita e lavoro), sui principi ispiratori dei più importanti riferimenti normativi e sui principali modelli teorici elaborati in letteratura. La riflessione muove dalle garanzie costituzionali e dai valori comunitari cui si ispirano i congedi parentali ed approda all’osservazione dell’esperienza del telelavoro nelle pubbliche amministrazioni. L’autore termina il suo intervento con una breve riflessione sulle luci e le possibili ombre che riflettono dal nuovo impianto socio-normativo.

#tempidilavoro #amministrazionepubblica #telelavoro #vita #lavoro #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 3/2016 Francesco Ferzetti dell'università G. D'Annunzio di Chieti-Pescara interviene su "La promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche". Il lavoro affronta il tema della promozione della conciliazione dei tempi di vita e di lavoro nelle amministrazioni pubbliche. Materia interdisciplinare e particolarmente battuta dalla dottrina, rappresenta un aspetto originale per il pubblico impiego, un tempo considerato poco incline ad assumere caratteri innovativi (tipici del lavoro privato) oggi investito da una forte corrente di rinnovamento. L’analisi dell’istituto, confezionato inizialmente per il genere femminile, ma nel tempo divenuto d’uso promiscuo, porta inevitabilmente ad interloquire sugli stadi evolutivi del lavoro della donna (con riferimento alla conciliazione vita e lavoro), sui principi ispiratori dei più importanti riferimenti normativi e sui principali modelli teorici elaborati in letteratura. La riflessione muove dalle garanzie costituzionali e dai valori comunitari cui si ispirano i congedi parentali ed approda all’osservazione dell’esperienza del telelavoro nelle pubbliche amministrazioni. L’autore termina il suo intervento con una breve riflessione sulle luci e le possibili ombre che riflettono dal nuovo impianto socio-normativo.

    #tempidilavoro #amministrazionepubblica #telelavoro #vita #lavoro #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  10  0  2 February, 2020
  • Nel numero 4/2016 di #rtsa Vincenzo Marinello dell'università #Kore di Enna e Mariano Cavataio dell' #unimi intervengono su "La contraffazione del made in Italy. Impatto del fenomeno e politiche di contrasto"

Il presente contributo si pone l’obiettivo di esaminare il fenomeno della contraffazione del made in Italy. Sarà impiegato un approccio interdisciplinare allo scopo di approfondire le conseguenze generate da questo tipo di contraffazione. Dopo aver analizzato la dimensione del fenomeno e le relative ricadute economico-sociali, adeguata attenzione sarà riservata alle misure e alle attività di anti-contraffazione adottate dai policy-makers del nostro paese.

#contraffazione #lusso #moda #economia #società #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

Ph. @_miki_e_matisse_
  • Nel numero 4/2016 di #rtsa Vincenzo Marinello dell'università #Kore di Enna e Mariano Cavataio dell' #unimi intervengono su "La contraffazione del made in Italy. Impatto del fenomeno e politiche di contrasto"

    Il presente contributo si pone l’obiettivo di esaminare il fenomeno della contraffazione del made in Italy. Sarà impiegato un approccio interdisciplinare allo scopo di approfondire le conseguenze generate da questo tipo di contraffazione. Dopo aver analizzato la dimensione del fenomeno e le relative ricadute economico-sociali, adeguata attenzione sarà riservata alle misure e alle attività di anti-contraffazione adottate dai policy-makers del nostro paese.

    #contraffazione #lusso #moda #economia #società #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

    Ph. @_miki_e_matisse_

  •  11  1  29 January, 2020
  • Nell'ultimo contributo al numero 4/2019 di #rtsa Andrea Pitasi, Emilia Ferone e Sara Petroccia dell'Università G. d'Annunzio di #chieti e #pescara ci parlano di "Geografia e spirito del pensiero weberiano"

Il saggio vuole essere un primo input alla creazione di una sistematica mertoniana del pensiero weberiano, attraverso la geografia del suo spirito, in occasione del centenario della morte di Weber dalle cui due celebri opere sulla Beruf prende le mosse il tentativo di sistematizzazione dei concetti weberiani lungo il delicato rapporto scienza-politica.

#weber #scienza #professione #politica #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nell'ultimo contributo al numero 4/2019 di #rtsa Andrea Pitasi, Emilia Ferone e Sara Petroccia dell'Università G. d'Annunzio di #chieti e #pescara ci parlano di "Geografia e spirito del pensiero weberiano"

    Il saggio vuole essere un primo input alla creazione di una sistematica mertoniana del pensiero weberiano, attraverso la geografia del suo spirito, in occasione del centenario della morte di Weber dalle cui due celebri opere sulla Beruf prende le mosse il tentativo di sistematizzazione dei concetti weberiani lungo il delicato rapporto scienza-politica.

    #weber #scienza #professione #politica #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  10  0  25 January, 2020
  • Il quinto articolo del nuovo numero di #RTSA è stato scritto da Daniela Bandelli della #lumsa e tratta di "Gestational Surrogacy in Mexico. The Social Vision of Progress and Autonomy Underlying the Regulatory Policy Making and Discourse". La gestazione per altri in Messico è un mercato in espansione, rivolto soprattutto a coppie straniere, e sprovvisto di una regolamentazione a livello federale. Le argomentazioni a favore della legalizzazione ruotano intorno a un discorso sul Progresso, che immagina una società nella quale gli avanzamenti scientifici della medicina riproduttiva possano essere a disposizione dei progetti di auto-determinazione degli individui: la genitorialità biologica (per i genitori di intenzione) e l'emancipazione economica attraverso il lavoro riproduttivo (per le donne surroganti). Questo articolo sottolinea le contraddizioni di questo discorso e, attingendo dalla critica sociologica al progresso e alla modernità, vuole mettere in guardia sulla possibilità che, in una società devota all'auto-affermazione e al superamento dei limiti biologici, la libertà e la felicità promesse possano ridursi anziché espandersi.

#gestazione #messico #donna #progresso #policymaking #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Il quinto articolo del nuovo numero di #RTSA è stato scritto da Daniela Bandelli della #lumsa e tratta di "Gestational Surrogacy in Mexico. The Social Vision of Progress and Autonomy Underlying the Regulatory Policy Making and Discourse". La gestazione per altri in Messico è un mercato in espansione, rivolto soprattutto a coppie straniere, e sprovvisto di una regolamentazione a livello federale. Le argomentazioni a favore della legalizzazione ruotano intorno a un discorso sul Progresso, che immagina una società nella quale gli avanzamenti scientifici della medicina riproduttiva possano essere a disposizione dei progetti di auto-determinazione degli individui: la genitorialità biologica (per i genitori di intenzione) e l'emancipazione economica attraverso il lavoro riproduttivo (per le donne surroganti). Questo articolo sottolinea le contraddizioni di questo discorso e, attingendo dalla critica sociologica al progresso e alla modernità, vuole mettere in guardia sulla possibilità che, in una società devota all'auto-affermazione e al superamento dei limiti biologici, la libertà e la felicità promesse possano ridursi anziché espandersi.

    #gestazione #messico #donna #progresso #policymaking #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  20 January, 2020
  • Il quarto articolo del nuovo numero di #rtsa è scritto da Roberta Iannone della #sapienza ed ha come titolo "Il reddito di cittadinanza e le politiche di inclusione. Aspetti critici ed impatto". L’esperienza del reddito di cittadinanza costituisce al tempo stesso una politica di inclusione sociale e di attivazione al lavoro. Si tratta di una novità rispetto all’impostazione delle politiche pubbliche italiane, che hanno distinto le misure di assistenza da quelle di promozione sociale. L’analisi dell’impatto dell’intervento mostra come il sistema dei servizi per l’impiego non riesca a garantire alla misura di sostegno sociale e di lotta alla povertà di diventare anche un intervento efficace di inserimento al lavoro. 
#rei #anpal #povertà #rdc #politicheattive #serviziosociale #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Il quarto articolo del nuovo numero di #rtsa è scritto da Roberta Iannone della #sapienza ed ha come titolo "Il reddito di cittadinanza e le politiche di inclusione. Aspetti critici ed impatto". L’esperienza del reddito di cittadinanza costituisce al tempo stesso una politica di inclusione sociale e di attivazione al lavoro. Si tratta di una novità rispetto all’impostazione delle politiche pubbliche italiane, che hanno distinto le misure di assistenza da quelle di promozione sociale. L’analisi dell’impatto dell’intervento mostra come il sistema dei servizi per l’impiego non riesca a garantire alla misura di sostegno sociale e di lotta alla povertà di diventare anche un intervento efficace di inserimento al lavoro.
    #rei #anpal #povertà #rdc #politicheattive #serviziosociale #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  17  1  16 January, 2020
  • Proseguiamo nella nostra scoperta del nuovo numero di #rtsa il 4/2019 con un articolo di Romano Benini della #linkcampus dal titolo "Reti del lavoro e del welfare tra politiche pubbliche e necessità di riforma"

Le condizioni della disoccupazione riguardano soggetti che provengono spesso da situazioni di difficoltà e disagio sociale ed è prevalente la presenza di cittadini privi di adeguata qualifica professionale. Il deficit di occupabilità costituisce la condizione prevalente della disoccupazione italiana. Per questo motivo lo sforzo di rafforzamento dei servizi per l’impiego necessita la contestuale affermazione di reti territoriali in grado di coordinare i servizi sociali, gli enti formativi ed i servizi per il lavoro, così da promuovere politiche attive in grado di sostenere i mutamenti sociali e limitare la disuguaglianza.

#reti #lavoro #welfare #politichepubbliche #riforme #disoccupazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Proseguiamo nella nostra scoperta del nuovo numero di #rtsa il 4/2019 con un articolo di Romano Benini della #linkcampus dal titolo "Reti del lavoro e del welfare tra politiche pubbliche e necessità di riforma"

    Le condizioni della disoccupazione riguardano soggetti che provengono spesso da situazioni di difficoltà e disagio sociale ed è prevalente la presenza di cittadini privi di adeguata qualifica professionale. Il deficit di occupabilità costituisce la condizione prevalente della disoccupazione italiana. Per questo motivo lo sforzo di rafforzamento dei servizi per l’impiego necessita la contestuale affermazione di reti territoriali in grado di coordinare i servizi sociali, gli enti formativi ed i servizi per il lavoro, così da promuovere politiche attive in grado di sostenere i mutamenti sociali e limitare la disuguaglianza.

    #reti #lavoro #welfare #politichepubbliche #riforme #disoccupazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  12 January, 2020
  • ➡️ Continuiamo la nostra scoperta del nuovo numero di #rtsa il 4/2019 con un articolo di Gianluca Senatore e Vanessa Sterpone dal titolo "La sostenibilità come modello di culturalizzazione politico-istituzionale" ♻️ Il presente lavoro prende le mosse da un’analisi del rapporto tra l’uomo e la natura e del suo mutare e mutare ancora in relazione alle conseguenze che lo sviluppo occidentale ha imposto all’ambiente naturale. Alla metà del XX secolo, la messa in discussione del Dominant Social Paradigm impone una critica della modernità. La totale fiducia nel progresso viene meno e fa spazio ad una nuova percezione del rischio che ricalibra, ancora una volta, il rapporto tra l’uomo e la natura, imponendo all’agire umano un’assunzione di responsabilità nei confronti dell’ambiente. Nasce così un nuovo modello di sviluppo, che prende piede nelle agende politiche e nei dibattiti scientifici: lo sviluppo sostenibile. Tuttavia, data la natura complessa e di difficile applicazione della sostenibilità si è ritenuto necessario indagarne la genesi nel tentativo di sottrarla all’ambiguità di fondo che la caratterizza per restituirla sotto una nuova luce, come modello di culturalizzazione piuttosto che come esito della paura.

#sostenibilità #svilupposostenibile #tecnoscienza #modernità #istituzioni #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • ➡️ Continuiamo la nostra scoperta del nuovo numero di #rtsa il 4/2019 con un articolo di Gianluca Senatore e Vanessa Sterpone dal titolo "La sostenibilità come modello di culturalizzazione politico-istituzionale" ♻️ Il presente lavoro prende le mosse da un’analisi del rapporto tra l’uomo e la natura e del suo mutare e mutare ancora in relazione alle conseguenze che lo sviluppo occidentale ha imposto all’ambiente naturale. Alla metà del XX secolo, la messa in discussione del Dominant Social Paradigm impone una critica della modernità. La totale fiducia nel progresso viene meno e fa spazio ad una nuova percezione del rischio che ricalibra, ancora una volta, il rapporto tra l’uomo e la natura, imponendo all’agire umano un’assunzione di responsabilità nei confronti dell’ambiente. Nasce così un nuovo modello di sviluppo, che prende piede nelle agende politiche e nei dibattiti scientifici: lo sviluppo sostenibile. Tuttavia, data la natura complessa e di difficile applicazione della sostenibilità si è ritenuto necessario indagarne la genesi nel tentativo di sottrarla all’ambiguità di fondo che la caratterizza per restituirla sotto una nuova luce, come modello di culturalizzazione piuttosto che come esito della paura.

    #sostenibilità #svilupposostenibile #tecnoscienza #modernità #istituzioni #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  16  0  8 January, 2020
  • Iniziamo con la scoperta del nuovo numero di #rtsa, il 4/2019 ⬇️ Il primo articolo, dal titolo "Per un modello di valutazione della sostenibilità istituzionale delle politiche di sviluppo locale" ha come autori Fabio Musso dell' Università di studi di Urbino #CarloBo Gaetano Fausto esposito dell' #universitasmercatorum e Margherita Angioni sempre dell' Università di studi studi di Urbino #CarloBo 
L'obiettivo principale di questo studio è quello di sviluppare un modello per l'analisi e la valutazione delle politiche industriali basate sul concetto di sostenibilità istituzionale. La sostenibilità istituzionale dovrebbe rappresentare un criterio in grado di informare le politiche pubbliche al fine di migliorare la struttura produttiva di un paese o di una regione, contribuendo così al suo sviluppo economico e sociale. A tale scopo, un modello di valutazione in due fasi è stato sviluppato e testato su un caso studio, quello della Strategia Nazionale delle Aree Interne. I risultati hanno mostrato un'influenza del sistema istituzionale sul funzionamento del mercato e anche l'influenza di una cultura dominante a favore di meccanismi istituzionali ancora influenzati da individualismo e chiusura a relazioni di mercato collaborative. Sulla base di questa analisi, sono state identificate le principali misure da attuare nel caso analizzato, con l'obiettivo di stimolare l'espansione delle opportunità imprenditoriali, migliorare la funzionalità del mercato e ridurre così i ritardi nello sviluppo locale.

#sostenibilità #politichedisviluppo #industria #istituzioni #sviluppolocale #strategianazionale #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Iniziamo con la scoperta del nuovo numero di #rtsa, il 4/2019 ⬇️ Il primo articolo, dal titolo "Per un modello di valutazione della sostenibilità istituzionale delle politiche di sviluppo locale" ha come autori Fabio Musso dell' Università di studi di Urbino #CarloBo Gaetano Fausto esposito dell' #universitasmercatorum e Margherita Angioni sempre dell' Università di studi studi di Urbino #CarloBo
    L'obiettivo principale di questo studio è quello di sviluppare un modello per l'analisi e la valutazione delle politiche industriali basate sul concetto di sostenibilità istituzionale. La sostenibilità istituzionale dovrebbe rappresentare un criterio in grado di informare le politiche pubbliche al fine di migliorare la struttura produttiva di un paese o di una regione, contribuendo così al suo sviluppo economico e sociale. A tale scopo, un modello di valutazione in due fasi è stato sviluppato e testato su un caso studio, quello della Strategia Nazionale delle Aree Interne. I risultati hanno mostrato un'influenza del sistema istituzionale sul funzionamento del mercato e anche l'influenza di una cultura dominante a favore di meccanismi istituzionali ancora influenzati da individualismo e chiusura a relazioni di mercato collaborative. Sulla base di questa analisi, sono state identificate le principali misure da attuare nel caso analizzato, con l'obiettivo di stimolare l'espansione delle opportunità imprenditoriali, migliorare la funzionalità del mercato e ridurre così i ritardi nello sviluppo locale.

    #sostenibilità #politichedisviluppo #industria #istituzioni #sviluppolocale #strategianazionale #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  15  0  4 January, 2020
  • Concludiamo l'anno con un articolo di Rosalba Chiarini dell' #uniroma3 nel numero 4/2018 di #rtsa dal titolo " La riforma del pubblico impiego in Italia tra continuità e cambiamento"

Nell’ultimo decennio del XX secolo in Italia sono state adottate molte riforme al fine di migliorare il rendimento del pubblico impiego. Esse hanno introdotto una nuova disciplina tesa ad erodere le differenze fra settore pubblico e privato. In conformità con tale indirizzo, nel 2009, Renato Brunetta, ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione del IV governo Berlusconi, predispose nuove regole di gestione del pubblico impiego. Le relazioni sindacali nel settore pubblico subirono un cambiamento, a causa dell’estromissione dei sindacati dal processo di formulazione della riforma e della sostituzione dello stile consensuale con uno stile maggioritario. Questo articolo porta l’attenzione su tali riforme, nonché sugli elementi di continuità e cambiamento introdotti dal governo di Matteo Renzi.

#brunetta #renzi #riforma #pubblicoimpiego #XX #riformaamministrativa #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Concludiamo l'anno con un articolo di Rosalba Chiarini dell' #uniroma3 nel numero 4/2018 di #rtsa dal titolo " La riforma del pubblico impiego in Italia tra continuità e cambiamento"

    Nell’ultimo decennio del XX secolo in Italia sono state adottate molte riforme al fine di migliorare il rendimento del pubblico impiego. Esse hanno introdotto una nuova disciplina tesa ad erodere le differenze fra settore pubblico e privato. In conformità con tale indirizzo, nel 2009, Renato Brunetta, ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione del IV governo Berlusconi, predispose nuove regole di gestione del pubblico impiego. Le relazioni sindacali nel settore pubblico subirono un cambiamento, a causa dell’estromissione dei sindacati dal processo di formulazione della riforma e della sostituzione dello stile consensuale con uno stile maggioritario. Questo articolo porta l’attenzione su tali riforme, nonché sugli elementi di continuità e cambiamento introdotti dal governo di Matteo Renzi.

    #brunetta #renzi #riforma #pubblicoimpiego #XX #riformaamministrativa #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  9  0  31 December, 2019
  • Fabio Giglioni della #Sapienza nel numero 3/2016 ci parla di "Limiti e potenzialità del baratto amministrativo". Nel corso del 2015 molti comuni italiani hanno adottato misure denominate di “baratto amministrativo” attraverso cui le amministrazioni pubbliche hanno riconosciuto agevolazioni o esenzioni fiscali a fronte di impegni per la collettività nella cura di spazi e beni comuni da parte dei beneficiari. Il forte successo dell’iniziativa ha permesso in poco tempo di vedere una significativa varietà di applicazioni. A partire, però, dalla metà del 2016 la Corte dei Conti, sollecitata da alcune amministrazioni, ha cominciato a emanare una serie di pareri negativi e a stabilire i limiti di questa pratica, potenzialmente confliggente con alcuni principi costituzionali. Mentre le autorità di controllo costruivano le condizioni restrittive per rendere possibili il baratto amministrativo, il legislatore ne ha ampliato il campo di applicazione prevedendo la sua inclusione nei partenariati pubblico privati con sollevazione di nuovi e rilevanti dubbi di carattere giuridico con il risultato di aumentare lo stato di incertezza.

#cortedeiconti #baratto #amministrativo #PPP #partenariato #pubblico #privato #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Fabio Giglioni della #Sapienza nel numero 3/2016 ci parla di "Limiti e potenzialità del baratto amministrativo". Nel corso del 2015 molti comuni italiani hanno adottato misure denominate di “baratto amministrativo” attraverso cui le amministrazioni pubbliche hanno riconosciuto agevolazioni o esenzioni fiscali a fronte di impegni per la collettività nella cura di spazi e beni comuni da parte dei beneficiari. Il forte successo dell’iniziativa ha permesso in poco tempo di vedere una significativa varietà di applicazioni. A partire, però, dalla metà del 2016 la Corte dei Conti, sollecitata da alcune amministrazioni, ha cominciato a emanare una serie di pareri negativi e a stabilire i limiti di questa pratica, potenzialmente confliggente con alcuni principi costituzionali. Mentre le autorità di controllo costruivano le condizioni restrittive per rendere possibili il baratto amministrativo, il legislatore ne ha ampliato il campo di applicazione prevedendo la sua inclusione nei partenariati pubblico privati con sollevazione di nuovi e rilevanti dubbi di carattere giuridico con il risultato di aumentare lo stato di incertezza.

    #cortedeiconti #baratto #amministrativo #PPP #partenariato #pubblico #privato #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  11  0  30 December, 2019
  • Mario Aldo Toscano dell'#unipi presenta nel numero 1/2016 di #rtsa "Coscienza collettiva dei Beni culturali. Quindici anni di ricerca". La questione dei Beni culturali è una questione reale e generale che normalmente viene trattata in forma astratta e particolare. Questo modo di procedere non è poco rilevante nella gerarchia dei fattori che ostacolano una più consapevole, lucida e decisa visione teorica e pratica utile per una più efficace amministrazione del patrimonio storico-artistico del Paese. Per quanto i Beni culturali siano in primo luogo “beni”, immediatamente qualificati come culturali, la dizione non è granché felice né l’ermeneutica dei due termini facile. Anzi
dobbiamo osservare che in questo ambito l’ambiguità regna sovrana. Tale ambiguità riguarda, come è chiaro, sia il primo termine – il sostantivo “bene” – , sia il secondo termine – l’aggettivo “culturale”. #beniculturali #cultura #coscienza #collettiva #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Mario Aldo Toscano dell' #unipi presenta nel numero 1/2016 di #rtsa "Coscienza collettiva dei Beni culturali. Quindici anni di ricerca". La questione dei Beni culturali è una questione reale e generale che normalmente viene trattata in forma astratta e particolare. Questo modo di procedere non è poco rilevante nella gerarchia dei fattori che ostacolano una più consapevole, lucida e decisa visione teorica e pratica utile per una più efficace amministrazione del patrimonio storico-artistico del Paese. Per quanto i Beni culturali siano in primo luogo “beni”, immediatamente qualificati come culturali, la dizione non è granché felice né l’ermeneutica dei due termini facile. Anzi
    dobbiamo osservare che in questo ambito l’ambiguità regna sovrana. Tale ambiguità riguarda, come è chiaro, sia il primo termine – il sostantivo “bene” – , sia il secondo termine – l’aggettivo “culturale”. #beniculturali #cultura #coscienza #collettiva #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  17  0  29 December, 2019
  • Francesca Anna Maria Caruso nel numero 2/2017 di #rtsa ci parla di "Devianza e Burocrazia". Fine del saggio è quello di analizzare il comportamento deviante e la burocrazia. Nell’ambito della prospettiva funzionalista, Robert King Merton nel suo classico Teoria e struttura sociale si occupa di burocrazia e devianza amministrativa dal punto di vista rituale. Sebbene Merton abbia prodotto diverse analisi e ricerche basate sulla materia oggetto d’indagine, i suoi contributi rischiano di concentrarsi esclusivamente su una impostazione eminentemente psicologica, comportamentista e, si potrebbe dire individualistica. L’analisi delle organizzazioni complesse può suggerire nuove prospettive d’analisi che esaminano la struttura della burocrazia. Lo studio dei limiti delle organizzazioni può, infatti, spiegare alcuni problemi di comportamento e giustizia per un nuovo approccio alla devianza amministrativa.

#devianza #burocrazia #merton #organizzazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Francesca Anna Maria Caruso nel numero 2/2017 di #rtsa ci parla di "Devianza e Burocrazia". Fine del saggio è quello di analizzare il comportamento deviante e la burocrazia. Nell’ambito della prospettiva funzionalista, Robert King Merton nel suo classico Teoria e struttura sociale si occupa di burocrazia e devianza amministrativa dal punto di vista rituale. Sebbene Merton abbia prodotto diverse analisi e ricerche basate sulla materia oggetto d’indagine, i suoi contributi rischiano di concentrarsi esclusivamente su una impostazione eminentemente psicologica, comportamentista e, si potrebbe dire individualistica. L’analisi delle organizzazioni complesse può suggerire nuove prospettive d’analisi che esaminano la struttura della burocrazia. Lo studio dei limiti delle organizzazioni può, infatti, spiegare alcuni problemi di comportamento e giustizia per un nuovo approccio alla devianza amministrativa.

    #devianza #burocrazia #merton #organizzazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  28 December, 2019
  • Loredana Tallarita dell'Università #Kore di Enna nel numero 4/2016 di #rtsa si domanda "Il benessere è il nuovo status symbol del lusso"? Nella società odierna il benessere assume delle interessanti declinazioni culturali connessi agli “stili di vita” e alla dimensione dei consumi. I protagonisti delle nuove tendenze che si realizzano nel e intorno al benessere e, che oggi approdano nella dimensione del lusso e del made in Italy, sono giovani e adulti che decidono d’investire il proprio tempo libero nelle nuove cattedrali del well-being: parchi, piazze e strade, che si trasformano in grandi palestre open-air. Eventi, noti in tutto il mondo, come November Project, SoulCycle o Parkrun testimoniano il nuovo cambiamento avvenuto negli “stili di vita”. Gli individui che vivono nelle grandi metropoli urbane tendono ad allenarsi in percorsi immersi nella natura o preferiscono investire il tempo a disposizione in palestra, in costosissime lezioni di fitness o concedendosi vacanze relax nei luxury wine resort: luoghi di benessere di ultimissima generazione, dotati di piscine, ristoranti stellati e accompagnati da una scelta di vini di pregio. È in questi inediti spazi che si realizza il connubio tra lusso, benessere e made in Italy, nei quali è possibile godere dell’atmosfera della natura praticando sport e lasciandosi coccolare da servizi d’eccellenza.

#lusso #benessere #madeinitaly #enogastrononia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Loredana Tallarita dell'Università #Kore di Enna nel numero 4/2016 di #rtsa si domanda "Il benessere è il nuovo status symbol del lusso"? Nella società odierna il benessere assume delle interessanti declinazioni culturali connessi agli “stili di vita” e alla dimensione dei consumi. I protagonisti delle nuove tendenze che si realizzano nel e intorno al benessere e, che oggi approdano nella dimensione del lusso e del made in Italy, sono giovani e adulti che decidono d’investire il proprio tempo libero nelle nuove cattedrali del well-being: parchi, piazze e strade, che si trasformano in grandi palestre open-air. Eventi, noti in tutto il mondo, come November Project, SoulCycle o Parkrun testimoniano il nuovo cambiamento avvenuto negli “stili di vita”. Gli individui che vivono nelle grandi metropoli urbane tendono ad allenarsi in percorsi immersi nella natura o preferiscono investire il tempo a disposizione in palestra, in costosissime lezioni di fitness o concedendosi vacanze relax nei luxury wine resort: luoghi di benessere di ultimissima generazione, dotati di piscine, ristoranti stellati e accompagnati da una scelta di vini di pregio. È in questi inediti spazi che si realizza il connubio tra lusso, benessere e made in Italy, nei quali è possibile godere dell’atmosfera della natura praticando sport e lasciandosi coccolare da servizi d’eccellenza.

    #lusso #benessere #madeinitaly #enogastrononia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  27 December, 2019
  • Ancora nel numero 4/2016 di #rtsa Alessandro Tomaselli dell'Università #Kore di Enna ci parla dei "Profili critici della tutela del consumatore nel Diritto dell’Unione europea"

Attraverso il presente contributo l’autore intende analizzare, all’interno di una rinnovata prospettiva di matrice essenzialmente economico-mercantile,
la disciplina normativa apprestata dall’ordinamento europeo a tutela del consumatore. In particolare, da una rassegna sommaria delle disposizioni di
cui ai Trattati istitutivi dell’allora CEE, nonché della più relativa recente legislazione secondaria, si tenterà di dimostrare come la tutela dei consumatori, per come disciplinata dal diritto facente capo a Bruxelles, non sembra nei fatti potersi ritenere aliena, in termini di contrapposizione, a quella relativa alla tutela della concorrenza, rispetto alla quale, dunque, non può considerarsi legata da un rapporto di complementarietà. In altri termini, ciò che pare supportato da più di un indizio politico- normativo, anche la protezione del c.d. “utente finale” rientra pur sempre all’interno della più ampia ratio garantista nei confronti del mercato.

#mercato #consumatore #unioneeuropea #tutela #CEE #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Ancora nel numero 4/2016 di #rtsa Alessandro Tomaselli dell'Università #Kore di Enna ci parla dei "Profili critici della tutela del consumatore nel Diritto dell’Unione europea"

    Attraverso il presente contributo l’autore intende analizzare, all’interno di una rinnovata prospettiva di matrice essenzialmente economico-mercantile,
    la disciplina normativa apprestata dall’ordinamento europeo a tutela del consumatore. In particolare, da una rassegna sommaria delle disposizioni di
    cui ai Trattati istitutivi dell’allora CEE, nonché della più relativa recente legislazione secondaria, si tenterà di dimostrare come la tutela dei consumatori, per come disciplinata dal diritto facente capo a Bruxelles, non sembra nei fatti potersi ritenere aliena, in termini di contrapposizione, a quella relativa alla tutela della concorrenza, rispetto alla quale, dunque, non può considerarsi legata da un rapporto di complementarietà. In altri termini, ciò che pare supportato da più di un indizio politico- normativo, anche la protezione del c.d. “utente finale” rientra pur sempre all’interno della più ampia ratio garantista nei confronti del mercato.

    #mercato #consumatore #unioneeuropea #tutela #CEE #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  11  0  26 December, 2019
  • 📣📣Il nostro articolo di Natale! 🎉🎉 ➡️Gabriella Polizzi nel numero 4/2016 di #rtsa ci parla di "Quando gli italiani vanno in crociera. Profili di viaggiatori e stili di consumo promossi dalla pubblicità televisiva italiana tra lusso ed esperienze low-cost"

Nonostante fenomeni quali la crisi economica e la vasta risonanza mediatica che il naufragio della nave Costa Concordia continua ad avere, l’Italia si conferma oggi tra i principali mercati di origine di turismo crocieristico a livello europeo. Tale tendenza sembra supportata anche da investimenti in attività promozionali da parte delle compagnie crocieristiche operanti in Italia. Al riguardo, numerose ricerche hanno evidenziato l'influenza che i testi visuali esercitano sulle modalità di rappresentazione della vacanza in crociera, come pure su scelte e stili di consumo adottati dai crocieristi.

#crociera #lowcost #costaconcordia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #dirittoamministrativo
  • 📣📣Il nostro articolo di Natale! 🎉🎉 ➡️Gabriella Polizzi nel numero 4/2016 di #rtsa ci parla di "Quando gli italiani vanno in crociera. Profili di viaggiatori e stili di consumo promossi dalla pubblicità televisiva italiana tra lusso ed esperienze low-cost"

    Nonostante fenomeni quali la crisi economica e la vasta risonanza mediatica che il naufragio della nave Costa Concordia continua ad avere, l’Italia si conferma oggi tra i principali mercati di origine di turismo crocieristico a livello europeo. Tale tendenza sembra supportata anche da investimenti in attività promozionali da parte delle compagnie crocieristiche operanti in Italia. Al riguardo, numerose ricerche hanno evidenziato l'influenza che i testi visuali esercitano sulle modalità di rappresentazione della vacanza in crociera, come pure su scelte e stili di consumo adottati dai crocieristi.

    #crociera #lowcost #costaconcordia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #dirittoamministrativo

  •  15  0  25 December, 2019
  • "Corpi sportivi, moda, pubblicità: l’immagine sociale del bio-brand tra eco-lusso e buone prassi" questo il titolo del numero 4/2016 i cui autori sono Giovanna Russo dell'#almamater e Ivo Stefano Germano dell' #unimolise 
Lusso e moda nell’attuale “ipermondo” (Codeluppi 2012; Lipovetsky 2003) sono cambiati: enfatizzano visibilità, rarità, distinzione del brand come pure nascondono il privilegio; le grandi marche si fanno democratiche nell’aprirsi alla massa di consumatori, mentre la rarità si traduce sempre più in un principio di benessere (non meno costoso) o, all’opposto, in atteggiamenti economicamente responsabili. Ad una impetuosa domanda di sobrietà dei consumi, corrisponde una ricerca sempre più affinata del luxury sistem. In questo quadro, i grandi marchi interpretano la tendenza a sentirsi sempre più “in vetrina” degli individui, connessi nella rete globale, continuamente esposti a processi di “manipolazione” del corpo umano. In particolare, i brand sportivi emergono come protagonisti di questo cambiamento: il dominio del corpo sportivo diviene canone di riferimento estetico-funzionale e indice di trasformazione “bio-politica” della marca (Codeluppi 2008). #biopolitica #sport #brand #corpo #moda #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • "Corpi sportivi, moda, pubblicità: l’immagine sociale del bio-brand tra eco-lusso e buone prassi" questo il titolo del numero 4/2016 i cui autori sono Giovanna Russo dell' #almamater e Ivo Stefano Germano dell' #unimolise
    Lusso e moda nell’attuale “ipermondo” (Codeluppi 2012; Lipovetsky 2003) sono cambiati: enfatizzano visibilità, rarità, distinzione del brand come pure nascondono il privilegio; le grandi marche si fanno democratiche nell’aprirsi alla massa di consumatori, mentre la rarità si traduce sempre più in un principio di benessere (non meno costoso) o, all’opposto, in atteggiamenti economicamente responsabili. Ad una impetuosa domanda di sobrietà dei consumi, corrisponde una ricerca sempre più affinata del luxury sistem. In questo quadro, i grandi marchi interpretano la tendenza a sentirsi sempre più “in vetrina” degli individui, connessi nella rete globale, continuamente esposti a processi di “manipolazione” del corpo umano. In particolare, i brand sportivi emergono come protagonisti di questo cambiamento: il dominio del corpo sportivo diviene canone di riferimento estetico-funzionale e indice di trasformazione “bio-politica” della marca (Codeluppi 2008). #biopolitica #sport #brand #corpo #moda #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  11  0  24 December, 2019
  • Enrico Mauro dell' #unisa interviene nel numero 1/2018 di #rtsa su "Il ricercatore scientifico «comme un être sans passé»:
ancora sugli “effetti collaterali” della “valutazione” meritocratica della ricerca". Questo contributo evidenzia che l'«esplosione» delle procedure di “valutazione” meritocratica della ricerca scientifica frammenta la biografia scientifica di ogni ricercatore in unità numerose e di solito brevi. Il contributo si focalizza su due importanti conseguenze negative di questa proliferazione di procedure “valutative”. In primo luogo, i ricercatori spendono molto tempo per mostrare di meritare il proprio posto di lavoro e la propria retribuzione. Perciò smarriscono la motivazione intrinseca al proprio lavoro, alla propria scelta di fare i ricercatori: vocazione, passione, piacere di lavorare bene e di “produrre” nuova conoscenza piuttosto che pubblicazioni seriali e spesso inutili per il gusto di far quadrare i numeri richiesti per le procedure “valutative”. #valutazione #meritocrazia #anvur #vocazione #passione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Enrico Mauro dell' #unisa interviene nel numero 1/2018 di #rtsa su "Il ricercatore scientifico «comme un être sans passé»:
    ancora sugli “effetti collaterali” della “valutazione” meritocratica della ricerca". Questo contributo evidenzia che l'«esplosione» delle procedure di “valutazione” meritocratica della ricerca scientifica frammenta la biografia scientifica di ogni ricercatore in unità numerose e di solito brevi. Il contributo si focalizza su due importanti conseguenze negative di questa proliferazione di procedure “valutative”. In primo luogo, i ricercatori spendono molto tempo per mostrare di meritare il proprio posto di lavoro e la propria retribuzione. Perciò smarriscono la motivazione intrinseca al proprio lavoro, alla propria scelta di fare i ricercatori: vocazione, passione, piacere di lavorare bene e di “produrre” nuova conoscenza piuttosto che pubblicazioni seriali e spesso inutili per il gusto di far quadrare i numeri richiesti per le procedure “valutative”. #valutazione #meritocrazia #anvur #vocazione #passione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  1 hour ago
  • Nico Bortoletto e Chiara Morrone nel numero 4/2016 di #rtsa ci parlano di "Equitazione e habitus, una breve analisi bourdieusiana: classe sociale, consumi e mercato sportivo". L’equitazione, a quasi 120 anni dalla prima edizione del fondamentale ‘The Theory of Leisure Class”, continua ad essere uno sport, forse l’unico rimasto, intriso di richiami simbolici rilevanti verso forme di stratificazione sociale non più cosi evidenti –come al tempo del teorico americano– ma ancora ben presenti nelle società contemporanee. In questo lavoro, partendo dal testo vebleniano, si tenta prima una possibile attualizzazione attraverso una sua breve rilettura bourdieusiana, e successivamente si focalizza il campo di questo sport in termini di impatto sulla percezione del modello sociale legato a questo sport e, soprattutto, delle caratteristiche dei modelli integrativi di consumo sottesi. 
#equitazione #bourdieu #leisureclass #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nico Bortoletto e Chiara Morrone nel numero 4/2016 di #rtsa ci parlano di "Equitazione e habitus, una breve analisi bourdieusiana: classe sociale, consumi e mercato sportivo". L’equitazione, a quasi 120 anni dalla prima edizione del fondamentale ‘The Theory of Leisure Class”, continua ad essere uno sport, forse l’unico rimasto, intriso di richiami simbolici rilevanti verso forme di stratificazione sociale non più cosi evidenti –come al tempo del teorico americano– ma ancora ben presenti nelle società contemporanee. In questo lavoro, partendo dal testo vebleniano, si tenta prima una possibile attualizzazione attraverso una sua breve rilettura bourdieusiana, e successivamente si focalizza il campo di questo sport in termini di impatto sulla percezione del modello sociale legato a questo sport e, soprattutto, delle caratteristiche dei modelli integrativi di consumo sottesi.
    #equitazione #bourdieu #leisureclass #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  22 December, 2019
  • Michela Luzi dell' @unicusano nel numero 3/2017 di #rtsa ci parla di "Processi di governance per nuove forme di governo territoriale"

Nella società contemporanea il territorio può essere inteso come rete, all’interno della quale si instaurano relazioni tra i vari soggetti nell’ottica della realizzazione di programmazioni di sviluppo condivise che si attuano con l’applicazione della governance dei territori. Con l’attuazione di un efficiente sistema di governance l’attore pubblico rinuncia a prescrivere e a decidere per via gerarchica e introduce un nuovo stile di policy basato sul dialogo che anticipa la decisione.

#governance #territorio #regioni #relazioni #policy #rete #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Michela Luzi dell' @unicusano nel numero 3/2017 di #rtsa ci parla di "Processi di governance per nuove forme di governo territoriale"

    Nella società contemporanea il territorio può essere inteso come rete, all’interno della quale si instaurano relazioni tra i vari soggetti nell’ottica della realizzazione di programmazioni di sviluppo condivise che si attuano con l’applicazione della governance dei territori. Con l’attuazione di un efficiente sistema di governance l’attore pubblico rinuncia a prescrivere e a decidere per via gerarchica e introduce un nuovo stile di policy basato sul dialogo che anticipa la decisione.

    #governance #territorio #regioni #relazioni #policy #rete #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  11  0  21 December, 2019
  • Nel numero 3/2018 di #rtsa Lorenzo Zacchi del Centro studi @geopolitica.info interviene su "L’Iran e l’Arabia Saudita. Nemici e alleati nella nuova politica sul Medio Oriente di Trump"

Dall’amministrazione Obama gli Stati Uniti hanno iniziato un processo di disimpegno dal Medio Oriente, che il nuovo presidente Trump ha, nella redazione della National Strategy Security, dichiarato di voler perseguire. In questo capitolo verranno sottolineate le analogie e le differenze tra le due amministrazioni nell’approccio alla regione, in special modo nel rapporto con i due attori principali: l’Iran e l’Arabia Saudita. In seguito verranno analizzati i diversi fattori che costituiscono potenzialità e criticità dei due paesi, che contribuiscono a delineare le possibili traiettorie future di un conflitto perenne per l’egemonia del Medio Oriente e del mondo islamico.

#obama #arabiasaudita #trump #islam #mediooriente #iran #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 3/2018 di #rtsa Lorenzo Zacchi del Centro studi @geopolitica.info interviene su "L’Iran e l’Arabia Saudita. Nemici e alleati nella nuova politica sul Medio Oriente di Trump"

    Dall’amministrazione Obama gli Stati Uniti hanno iniziato un processo di disimpegno dal Medio Oriente, che il nuovo presidente Trump ha, nella redazione della National Strategy Security, dichiarato di voler perseguire. In questo capitolo verranno sottolineate le analogie e le differenze tra le due amministrazioni nell’approccio alla regione, in special modo nel rapporto con i due attori principali: l’Iran e l’Arabia Saudita. In seguito verranno analizzati i diversi fattori che costituiscono potenzialità e criticità dei due paesi, che contribuiscono a delineare le possibili traiettorie future di un conflitto perenne per l’egemonia del Medio Oriente e del mondo islamico.

    #obama #arabiasaudita #trump #islam #mediooriente #iran #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  14  1  20 December, 2019
  • Ilaria de Angelis di @geopolitica.info ci propone un articolo nel numero 3/2018 di #rtsa dal titolo "India, il contrappeso della Cina?" Con la pubblicazione della National Security Strategy del 2017, l’amministrazione Trump ha posizionato l’India nella regione dell’Indo-Pacifico, una
nuova denominazione che amplia il concetto e lo spazio dell’Asia-Pacifico. L’India agisce in questo contesto muovendosi in senso multidirezionale e seguendo direttrici diverse, secondo l’ambizione del primo ministro Narendra Modi che desidera per il paese un ruolo di leadership globale. L’India si inserisce quindi nel contesto regionale creando i suoi spazi di influenza, anche in reazione al progetto cinese della Belt and Road Initiative, e trovandosi spesso in allineamento con gli Stati Uniti di Trump. Il paese, al confine tra grande potenza regionale e grande potenza, può agire da contrappeso alla presenza ed alla crescita della Cina nella regione, ma necessita di ulteriori riconoscimenti a livello internazionale per poter essere definita a tutti gli effetti una potenza globale.

#india #usa #cina #leadership #geopolitica #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Ilaria de Angelis di @geopolitica.info ci propone un articolo nel numero 3/2018 di #rtsa dal titolo "India, il contrappeso della Cina?" Con la pubblicazione della National Security Strategy del 2017, l’amministrazione Trump ha posizionato l’India nella regione dell’Indo-Pacifico, una
    nuova denominazione che amplia il concetto e lo spazio dell’Asia-Pacifico. L’India agisce in questo contesto muovendosi in senso multidirezionale e seguendo direttrici diverse, secondo l’ambizione del primo ministro Narendra Modi che desidera per il paese un ruolo di leadership globale. L’India si inserisce quindi nel contesto regionale creando i suoi spazi di influenza, anche in reazione al progetto cinese della Belt and Road Initiative, e trovandosi spesso in allineamento con gli Stati Uniti di Trump. Il paese, al confine tra grande potenza regionale e grande potenza, può agire da contrappeso alla presenza ed alla crescita della Cina nella regione, ma necessita di ulteriori riconoscimenti a livello internazionale per poter essere definita a tutti gli effetti una potenza globale.

    #india #usa #cina #leadership #geopolitica #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  1  19 December, 2019
  • Nel numero 3/2018 Stefano Pelaggi della Taiwan Strategy Research Association ci propone un articolo dal titolo "Il ruolo strategico di Taiwan nella nuova politica statunitense nell'Indo-Pacifico"

Per la prima volta da quando viene redatta la National Security Strategy il documento presentato dall’Amministrazione Trump nel 2017 cita esplicitamente Taiwan. Si tratta di un elemento innovativo che conferma la forte attenzione che la presidenza Trump ha, sin dall’inizio del suo mandato, esplicitamente riservato all’alleato taiwanese e al ruolo strategico di Taiwan per la politica statunitense nella regione Indo-Pacifico. Washington ha sempre sostenuto Taipei, anche nei momenti in cui le relazioni sino americane erano riconducibili a un livello di conflittualità relativamente basso. La nuova politica assertiva di Xi Jinping e l’aperta competizione con la Cina enunciata dal presidente Trump disegnano un inedito ruolo per Taiwan.

#taiwan #usa #china #internationalrelations #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 3/2018 Stefano Pelaggi della Taiwan Strategy Research Association ci propone un articolo dal titolo "Il ruolo strategico di Taiwan nella nuova politica statunitense nell'Indo-Pacifico"

    Per la prima volta da quando viene redatta la National Security Strategy il documento presentato dall’Amministrazione Trump nel 2017 cita esplicitamente Taiwan. Si tratta di un elemento innovativo che conferma la forte attenzione che la presidenza Trump ha, sin dall’inizio del suo mandato, esplicitamente riservato all’alleato taiwanese e al ruolo strategico di Taiwan per la politica statunitense nella regione Indo-Pacifico. Washington ha sempre sostenuto Taipei, anche nei momenti in cui le relazioni sino americane erano riconducibili a un livello di conflittualità relativamente basso. La nuova politica assertiva di Xi Jinping e l’aperta competizione con la Cina enunciata dal presidente Trump disegnano un inedito ruolo per Taiwan.

    #taiwan #usa #china #internationalrelations #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  18  0  18 December, 2019
  • Continua la stretta di mano di #rtsa con l'#unipi grazie ad un articolo di Renata Leardi dal titolo "L’adeguamento del diritto allo studio alla Competence Society: note da una ricerca sugli studenti dell’Università di Pisa". La garanzia del diritto allo studio vede una sua attuale affermazione all’interno di un contesto culturale orientato allo sviluppo delle competenze. Si assiste quindi a una maggiore interiorizzazione di questo paradigma da parte di coloro che si avvicinano al mondo dell'istruzione superiore partendo da una posizione economica svantaggiata. In questo modo, la conoscenza assume una valenza meramente quantitativa e questa concezione della attività di studio si configura come quella che gode di maggior e accettazione da parte della totalità delle componenti societarie.

#Pisa #università #dirittoallostudio #competenze #disuguaglianze #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Continua la stretta di mano di #rtsa con l' #unipi grazie ad un articolo di Renata Leardi dal titolo "L’adeguamento del diritto allo studio alla Competence Society: note da una ricerca sugli studenti dell’Università di Pisa". La garanzia del diritto allo studio vede una sua attuale affermazione all’interno di un contesto culturale orientato allo sviluppo delle competenze. Si assiste quindi a una maggiore interiorizzazione di questo paradigma da parte di coloro che si avvicinano al mondo dell'istruzione superiore partendo da una posizione economica svantaggiata. In questo modo, la conoscenza assume una valenza meramente quantitativa e questa concezione della attività di studio si configura come quella che gode di maggior e accettazione da parte della totalità delle componenti societarie.

    #Pisa #università #dirittoallostudio #competenze #disuguaglianze #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  16  0  17 December, 2019
  • Franca Settembrini dell'#unipi nel numero 1/2019 di #rtsa ci parla di "Teoria e pratica dell’orientamento nella scuola italiana contemporanea: competenze orientative e disuguaglianze nella società della conoscenza"

L’articolo analizza alcuni aspetti della concezione dell’orientamento scolastico e professionale rintracciabile nei provvedimenti e nelle dichiarazioni di intenti emanati a partire dagli anni’90 da attori istituzionali nazionali, come il MIUR, e internazionali, come la Commissione europea. Dopo una breve ricognizione del dibattito in corso tra sostenitori e critici del modello europeo delle competenze, l’autrice prosegue esaminando la definizione del concetto di competenze orientative. 
#scuola #miur #competenze #disuguaglianze #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Franca Settembrini dell' #unipi nel numero 1/2019 di #rtsa ci parla di "Teoria e pratica dell’orientamento nella scuola italiana contemporanea: competenze orientative e disuguaglianze nella società della conoscenza"

    L’articolo analizza alcuni aspetti della concezione dell’orientamento scolastico e professionale rintracciabile nei provvedimenti e nelle dichiarazioni di intenti emanati a partire dagli anni’90 da attori istituzionali nazionali, come il MIUR, e internazionali, come la Commissione europea. Dopo una breve ricognizione del dibattito in corso tra sostenitori e critici del modello europeo delle competenze, l’autrice prosegue esaminando la definizione del concetto di competenze orientative.
    #scuola #miur #competenze #disuguaglianze #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  16 December, 2019
  • Gerardo Pastore dell' #unipi nel numero 1/2019 di #rtsa ci parla de "Il lato oscuro della Knowledge Society: elementi per una lettura critica dei processi di mutamento nelle società contemporanee". Nel tracciare i possibili percorsi di mutamento delle società contemporanee si discute spesso di società della conoscenza. Espressione che, oltre a richiamare l’elevato grado di complessità e di contraddittorietà degli odierni sistemi sociali, segnala il ruolo di primo piano che la conoscenza – un certo tipo di conoscenza – dovrebbe rivestire nella definizione di azioni politiche centrate sulla costruzione di un “nuovo” modello di società. In questa direzione sembra si assista all’affermazione e stabilizzazione di un’idea di progresso che trova la sua ragion d’essere proprio nella conoscenza,
come risorsa strategica in grado di garantire benessere diffuso, assicurare lo sviluppo dell’individuo, della società e dell’economia. 
#società #economia #knowledge #euro2020 #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Gerardo Pastore dell' #unipi nel numero 1/2019 di #rtsa ci parla de "Il lato oscuro della Knowledge Society: elementi per una lettura critica dei processi di mutamento nelle società contemporanee". Nel tracciare i possibili percorsi di mutamento delle società contemporanee si discute spesso di società della conoscenza. Espressione che, oltre a richiamare l’elevato grado di complessità e di contraddittorietà degli odierni sistemi sociali, segnala il ruolo di primo piano che la conoscenza – un certo tipo di conoscenza – dovrebbe rivestire nella definizione di azioni politiche centrate sulla costruzione di un “nuovo” modello di società. In questa direzione sembra si assista all’affermazione e stabilizzazione di un’idea di progresso che trova la sua ragion d’essere proprio nella conoscenza,
    come risorsa strategica in grado di garantire benessere diffuso, assicurare lo sviluppo dell’individuo, della società e dell’economia.
    #società #economia #knowledge #euro2020 #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  16  0  15 December, 2019
  • Francesco Antonelli nel numero 4/2018 interviene su "Il neo-populismo nel dibattito delle scienze sociali italiane. Alla ricerca di una nuova immaginazione sociologica"

Obiettivo del presente articolo è analizzare e discutere criticamente il dibattito delle scienze sociali italiane sul neo-populismo. Nel primo paragrafo ricostruiremo brevemente il dibattito internazionale sul populismo, in modo da individuare il contesto generale della discussione e le principali accezioni con cui termine “neo-populismo” viene utilizzato in ambito scientifico. Nel secondo paragrafo ci concentreremo sul primo dibattito scientifico italiano sul populismo (1990-2006) mentre nel terzo e nel quarto tratteremo diffusamente il dibattito più recente (dal 2007 al 2017). La principale conclusione alla quale giunge il contributo è che l’analisi sul neo-populismo pur avendo messo a fuoco importanti temi come il legame tra crisi socioeconomica, crisi istituzionale e azione collettiva, ha spesso peccato di mancanza di immaginazione sociologica e di riflessività; non riuscendo a collocare adeguatamente questo fenomeno nel più ampio contesto delle trasformazioni delle società contemporanee e degli assetti globali di potere e contro-potere.

#neo #populismo #legittimazione #partecipazione #crisi #democrazia #globalizzazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Francesco Antonelli nel numero 4/2018 interviene su "Il neo-populismo nel dibattito delle scienze sociali italiane. Alla ricerca di una nuova immaginazione sociologica"

    Obiettivo del presente articolo è analizzare e discutere criticamente il dibattito delle scienze sociali italiane sul neo-populismo. Nel primo paragrafo ricostruiremo brevemente il dibattito internazionale sul populismo, in modo da individuare il contesto generale della discussione e le principali accezioni con cui termine “neo-populismo” viene utilizzato in ambito scientifico. Nel secondo paragrafo ci concentreremo sul primo dibattito scientifico italiano sul populismo (1990-2006) mentre nel terzo e nel quarto tratteremo diffusamente il dibattito più recente (dal 2007 al 2017). La principale conclusione alla quale giunge il contributo è che l’analisi sul neo-populismo pur avendo messo a fuoco importanti temi come il legame tra crisi socioeconomica, crisi istituzionale e azione collettiva, ha spesso peccato di mancanza di immaginazione sociologica e di riflessività; non riuscendo a collocare adeguatamente questo fenomeno nel più ampio contesto delle trasformazioni delle società contemporanee e degli assetti globali di potere e contro-potere.

    #neo #populismo #legittimazione #partecipazione #crisi #democrazia #globalizzazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  9  0  14 December, 2019
  • Emanuela Ferreri nel numero 4/2016 di #rtsa ci presenta un intervento dal titolo "Per una lettura socio antropologica del Made In Italy"

Si descrive un approccio socio-antropologico al Made in Italy, cominciando dal commentare alcune immagini iconiche nella pubblicità delle
produzioni più note e di rilievo internazionale. La moda è un ambito di produzione socio culturale che si offre come una parte per il tutto nell’analisi
dei processi della globalizzazione contemporanea. “L’oggetto della moda” è il primo obiettivo dell’analisi; ed è definito come un articolato insieme di valori materiali ed economici, di contenuti culturali autonomi e niente affatto autonomi. “L’orpello di lusso”, il prodotto di gamma più elevata ed esclusiva, è la quintessenza del fenomeno della moda preso in analisi come secondo obiettivo; è il segno e il fattore di una soggettività individualizzata, sollecitata e promossa dal “centro” ideologico dell’Occidente, fino all’orizzonte globale più ampio di una complessa e mai scontata globalizzazione del mondo.

#madeinitaly #globalizzazione #moda #antropologia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

Ph. @_miki_e_matisse_
  • Emanuela Ferreri nel numero 4/2016 di #rtsa ci presenta un intervento dal titolo "Per una lettura socio antropologica del Made In Italy"

    Si descrive un approccio socio-antropologico al Made in Italy, cominciando dal commentare alcune immagini iconiche nella pubblicità delle
    produzioni più note e di rilievo internazionale. La moda è un ambito di produzione socio culturale che si offre come una parte per il tutto nell’analisi
    dei processi della globalizzazione contemporanea. “L’oggetto della moda” è il primo obiettivo dell’analisi; ed è definito come un articolato insieme di valori materiali ed economici, di contenuti culturali autonomi e niente affatto autonomi. “L’orpello di lusso”, il prodotto di gamma più elevata ed esclusiva, è la quintessenza del fenomeno della moda preso in analisi come secondo obiettivo; è il segno e il fattore di una soggettività individualizzata, sollecitata e promossa dal “centro” ideologico dell’Occidente, fino all’orizzonte globale più ampio di una complessa e mai scontata globalizzazione del mondo.

    #madeinitaly #globalizzazione #moda #antropologia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

    Ph. @_miki_e_matisse_

  •  10  0  14 December, 2019
  • Sempre nel numero 2/2019 Daniel Pommier Vincelli della #Sapienza interviene su "Gli Internally Displaced People tra protezione legale e mutamento sociale: il caso dell’Azerbaigian" 🇦🇿 Il fenomeno degli Internally Displaced People (sfollati interni) è cresciuto, nel mondo, a un livello senza precedenti. Oltre 40 milioni di persone, vittime di conflitti o disastri naturali, hanno abbandonato le proprie residenze per spostarsi in altre aree all’interno dei confini nazionali. Un tale fenomeno, riflesso di una trasformazione delle modalità di conflitto, conduce alla necessità di una riflessione giuridica e sociologica. In questa riflessione si mette al centro il ruolo dello Stato, del contesto internazionale e degli strumenti del diritto, e dell’agency degli sfollati interni. Viene presentato il caso di studio sugli sfollati interni dell’Azerbaigian, uno dei primi Paesi a soffrire del problema che si protrae da venticinque anni. Viene messa in luce la capacità dei gruppi di IDP di utilizzare gli strumenti del diritto internazionale per uscire da una situazione di dipendenza ed isolamento e porre in evidenza questo conflitto dimenticato.

#displaced #azerbaigian #people #sociologiagiuridica #conflicts #internationallaw #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

Ph. @_miki_e_matisse_
  • Sempre nel numero 2/2019 Daniel Pommier Vincelli della #Sapienza interviene su "Gli Internally Displaced People tra protezione legale e mutamento sociale: il caso dell’Azerbaigian" 🇦🇿 Il fenomeno degli Internally Displaced People (sfollati interni) è cresciuto, nel mondo, a un livello senza precedenti. Oltre 40 milioni di persone, vittime di conflitti o disastri naturali, hanno abbandonato le proprie residenze per spostarsi in altre aree all’interno dei confini nazionali. Un tale fenomeno, riflesso di una trasformazione delle modalità di conflitto, conduce alla necessità di una riflessione giuridica e sociologica. In questa riflessione si mette al centro il ruolo dello Stato, del contesto internazionale e degli strumenti del diritto, e dell’agency degli sfollati interni. Viene presentato il caso di studio sugli sfollati interni dell’Azerbaigian, uno dei primi Paesi a soffrire del problema che si protrae da venticinque anni. Viene messa in luce la capacità dei gruppi di IDP di utilizzare gli strumenti del diritto internazionale per uscire da una situazione di dipendenza ed isolamento e porre in evidenza questo conflitto dimenticato.

    #displaced #azerbaigian #people #sociologiagiuridica #conflicts #internationallaw #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

    Ph. @_miki_e_matisse_

  •  12  0  13 December, 2019
  • Nel numero 2/2019 Uliano Conti e Matteo Farina intervengono su "La detenzione in due istituti penitenziari italiani: la persona reclusa tra codici normativi e bisogni umani" 
L’articolo propone un’analisi della detenzione in due importanti istituti penitenziari italiani. La letteratura sulle condizioni detentive ha messo in luce l’esistenza di un codice culturale normativo carcerario, risposta funzionale ai bisogni delle persone detenute. Codice normativo e bisogni sono due elementi sui quali la letteratura scientifica concentra l’attenzione. In tale prospettiva, alcuni istituti penitenziari italiani non sono mai stati studiati. Il paper propone una ricerca in due Case Circondariali italiane, grazie a interviste semi-strutturate, analizzate con il software Nvivo, a 24 persone recluse. Emerge l’esistenza di un codice normativo, fondato sul rispetto non inteso come ponte relazionale, ma come confine relazionale da non oltrepassare. Tra i bisogni delle persone recluse, rilevanza particolare hanno le attività formative: sono un modo per mantenere la dignità di persone. 
#carcere #dignità #bisogni #codicenormativo #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 2/2019 Uliano Conti e Matteo Farina intervengono su "La detenzione in due istituti penitenziari italiani: la persona reclusa tra codici normativi e bisogni umani"
    L’articolo propone un’analisi della detenzione in due importanti istituti penitenziari italiani. La letteratura sulle condizioni detentive ha messo in luce l’esistenza di un codice culturale normativo carcerario, risposta funzionale ai bisogni delle persone detenute. Codice normativo e bisogni sono due elementi sui quali la letteratura scientifica concentra l’attenzione. In tale prospettiva, alcuni istituti penitenziari italiani non sono mai stati studiati. Il paper propone una ricerca in due Case Circondariali italiane, grazie a interviste semi-strutturate, analizzate con il software Nvivo, a 24 persone recluse. Emerge l’esistenza di un codice normativo, fondato sul rispetto non inteso come ponte relazionale, ma come confine relazionale da non oltrepassare. Tra i bisogni delle persone recluse, rilevanza particolare hanno le attività formative: sono un modo per mantenere la dignità di persone.
    #carcere #dignità #bisogni #codicenormativo #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  11  0  12 December, 2019
  • Continuiamo la scoperta dell'ultimo numero di #rtsa, il 3/2019, con un articolo di Andressa Jarletti Gonçalves de Oliveira e Antônio Carlos Efing dal titolo "Community Gardens: alternatives to capabilities expansion and to sustainable development in urban centers in Brazil"

L’approccio delle capacità conferisce enfasi agli atteggiamenti delle persone e definisce il raggiungimento di qualità di vita in termini delle reali opportunità che le persone hanno, sia basilari che quelle più complesse, pensiamo alla partecipazione alla vita della comunità. In questa ottica, lo sviluppo è un processo di espansione delle reali libertà delle persone, comprendendo che dipendono anche dalle condizioni sociali ed economiche. Lo sviluppo impone di eliminare i principali ostacoli contrari alla libertà, come povertà, opportunità economiche corruzione e privazione economica e sociale. La creazione degli orti comunitari nei centri urbani riguarda questioni sociali come la povertà, la fame e lo sviluppo sostenibile.

#brasile #communitygardens #orti #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Continuiamo la scoperta dell'ultimo numero di #rtsa, il 3/2019, con un articolo di Andressa Jarletti Gonçalves de Oliveira e Antônio Carlos Efing dal titolo "Community Gardens: alternatives to capabilities expansion and to sustainable development in urban centers in Brazil"

    L’approccio delle capacità conferisce enfasi agli atteggiamenti delle persone e definisce il raggiungimento di qualità di vita in termini delle reali opportunità che le persone hanno, sia basilari che quelle più complesse, pensiamo alla partecipazione alla vita della comunità. In questa ottica, lo sviluppo è un processo di espansione delle reali libertà delle persone, comprendendo che dipendono anche dalle condizioni sociali ed economiche. Lo sviluppo impone di eliminare i principali ostacoli contrari alla libertà, come povertà, opportunità economiche corruzione e privazione economica e sociale. La creazione degli orti comunitari nei centri urbani riguarda questioni sociali come la povertà, la fame e lo sviluppo sostenibile.

    #brasile #communitygardens #orti #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  9  0  11 December, 2019
  • Iniziamo quest'oggi scoprendo l'ultimo numero di #rtsa. Georgy Csepeli, Sara Petroccia, Konstantine Ziskin, Emilia Ferone nel numero 3/2019 introducono "The turbulent global convergence game"

Questo numero speciale è tra i più prestigiosi risultati di ricerca raggiunti da WCSA in termini di ricerca scientifica e di policy a seguito dell'VIII conferenza tenutasi presso la sede italiana in Roma del Parlamento Europeo. L’obiettivo è incrementare tutte quelle azioni di think-and-do-tank, in grado di supportare la conoscenza in tutto il mondo e la diffusione di lavori scientifici strategici su scala globale, facilitando in tal modo, le politiche win/win transnazionali e sovranazionali.

#wcsa #global #convergence #parlamentoeuropeo #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Iniziamo quest'oggi scoprendo l'ultimo numero di #rtsa. Georgy Csepeli, Sara Petroccia, Konstantine Ziskin, Emilia Ferone nel numero 3/2019 introducono "The turbulent global convergence game"

    Questo numero speciale è tra i più prestigiosi risultati di ricerca raggiunti da WCSA in termini di ricerca scientifica e di policy a seguito dell'VIII conferenza tenutasi presso la sede italiana in Roma del Parlamento Europeo. L’obiettivo è incrementare tutte quelle azioni di think-and-do-tank, in grado di supportare la conoscenza in tutto il mondo e la diffusione di lavori scientifici strategici su scala globale, facilitando in tal modo, le politiche win/win transnazionali e sovranazionali.

    #wcsa #global #convergence #parlamentoeuropeo #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  9  0  10 December, 2019
  • Nel numero 2/2018 di #rtsa Francesca Nugnes interviene su "Transparency as a tool against corruption? The case of Italy"

La trasparenza è stata concepita dalla legislazione italiana non solo come strumento contro la corruzione ma anche come strumento per il perseguimento di obiettivi diversi. Il risultato è la persistenza di questioni irrisolte su diversi aspetti che gli interventi del tribunale amministrativo non sono in grado di risolvere completamente. In particolare, questo studio intende illustrare come le carenze del quadro normativo mantengano il gap con altri modelli FOIA e indeboliscano l'efficacia della trasparenza come strumento contro la corruzione.

#italy #transparency #foia #corruption #amministrazionepubblica #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

Ph. @_miki_e_matisse_
  • Nel numero 2/2018 di #rtsa Francesca Nugnes interviene su "Transparency as a tool against corruption? The case of Italy"

    La trasparenza è stata concepita dalla legislazione italiana non solo come strumento contro la corruzione ma anche come strumento per il perseguimento di obiettivi diversi. Il risultato è la persistenza di questioni irrisolte su diversi aspetti che gli interventi del tribunale amministrativo non sono in grado di risolvere completamente. In particolare, questo studio intende illustrare come le carenze del quadro normativo mantengano il gap con altri modelli FOIA e indeboliscano l'efficacia della trasparenza come strumento contro la corruzione.

    #italy #transparency #foia #corruption #amministrazionepubblica #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

    Ph. @_miki_e_matisse_

  •  12  0  9 December, 2019
  • Continua la nostra scoperta del numero 1/2018 con il contributo di Sara Petroccia ed Emilia Ferone che ci parlano de "Il capitalismo accademico nell’università europea della conoscenza"

Lo scopo di questo articolo è quello di analizzare la metamorfosi del sistema universitario sulla scala dell’Unione Europea anche in riferimento al caso italiano. Le autrici offrono una descrizione dello sviluppo di un’università europea sulla scorta delle indicazioni dell’UE stessa e una chiave di lettura sul capitalismo accademico che sembra essere la via percorsa in questo cambiamento, mettendone in luce le minacce e le opportunità. Partendo dalla definizione di capitalismo accademico proposta da coloro che per primi ne hanno parlato (Slaughter, Leslie, 1997; Slaughter, Rhoades, 2004), le autrici riflettono su come il nuovo regime abbia influito sulla vita accademica e in che modo nella sostanza sia cambiato lo stile di lavorare degli studiosi.

#ue #università #studio #capitalismo #metamorfosi #sistemauniversitario #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Continua la nostra scoperta del numero 1/2018 con il contributo di Sara Petroccia ed Emilia Ferone che ci parlano de "Il capitalismo accademico nell’università europea della conoscenza"

    Lo scopo di questo articolo è quello di analizzare la metamorfosi del sistema universitario sulla scala dell’Unione Europea anche in riferimento al caso italiano. Le autrici offrono una descrizione dello sviluppo di un’università europea sulla scorta delle indicazioni dell’UE stessa e una chiave di lettura sul capitalismo accademico che sembra essere la via percorsa in questo cambiamento, mettendone in luce le minacce e le opportunità. Partendo dalla definizione di capitalismo accademico proposta da coloro che per primi ne hanno parlato (Slaughter, Leslie, 1997; Slaughter, Rhoades, 2004), le autrici riflettono su come il nuovo regime abbia influito sulla vita accademica e in che modo nella sostanza sia cambiato lo stile di lavorare degli studiosi.

    #ue #università #studio #capitalismo #metamorfosi #sistemauniversitario #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  10  0  8 December, 2019
  • Davide Borrelli e Marialuisa Stazio introducono il numero 1/18 di #rtsa intervenendo su "La «grande trasformazione» dell’università italiana"

Nell'introdurre questo numero monografico sulla “grande trasformazione” dell'università negli ultimi anni, il nostro contributo fa il bilancio della situazione italiana, valutando l'impatto delle politiche recentemente adottate sulla problematica condizione dell'istruzione superiore nel nostro Paese. Emerge un quadro fortemente critico e negativo: l'adozione delle logiche gestionali del New Public Management all'interno dell'università italiana (ad esempio, mediante il “mito razionalizzato” della qualità e i sistemi di valutazione premiale) non solo fallisce l'obiettivo di ampliare il bacino di utenza della formazione terziaria, ma tende a produrre effetti perversi e disfunzionali che moltiplicano le forme di dominazione e di comando all'interno del sistema della ricerca scientifica e accentuano gli squilibri e le differenze territoriali.

#università #emergenza #newpublicmanagement #ricervascientifica #valutazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Davide Borrelli e Marialuisa Stazio introducono il numero 1/18 di #rtsa intervenendo su "La «grande trasformazione» dell’università italiana"

    Nell'introdurre questo numero monografico sulla “grande trasformazione” dell'università negli ultimi anni, il nostro contributo fa il bilancio della situazione italiana, valutando l'impatto delle politiche recentemente adottate sulla problematica condizione dell'istruzione superiore nel nostro Paese. Emerge un quadro fortemente critico e negativo: l'adozione delle logiche gestionali del New Public Management all'interno dell'università italiana (ad esempio, mediante il “mito razionalizzato” della qualità e i sistemi di valutazione premiale) non solo fallisce l'obiettivo di ampliare il bacino di utenza della formazione terziaria, ma tende a produrre effetti perversi e disfunzionali che moltiplicano le forme di dominazione e di comando all'interno del sistema della ricerca scientifica e accentuano gli squilibri e le differenze territoriali.

    #università #emergenza #newpublicmanagement #ricervascientifica #valutazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  11  0  7 December, 2019
  • Nel numero 2/2019 di #rtsa Francesca Anna Maria Caruso ci parla di "The Study of Language for the Analysis of Institutions"

Lo studio del diritto e della legge attraverso l’analisi del linguaggio è tipico della filosofia analitica del diritto. In questa prospettiva c’è la possibilità di studiare da un punto di vista scientifico (descrittivo-applicativo) anche l’universo del discorso giuridico. Esso, per la propria specificità, si avvale, nella costruzione delle proprie teorie, di proposizioni di tipo precettivo e spesso anche valutativo, avendo a che fare con enunciati in lingua che si risolvono in una serie di “predicati deontici” di varia maniera. Insomma è possibile analizzare con occhio descrittivo-esplicativo anche una fenomenologia che si presenta fortemente valutativa e prescrittiva. Così nulla vieta che il diritto possa essere studiato in un’ottica analitica a-valutativa e non-cognitivistica (che non pretende quindi di conoscere ciò che è “buono” e ciò che è ”giusto” rispetto a ciò che non lo è, secondo i principi dell’etica della non-verità) che si esima dal dare giudizi di valore. Così si evita di cadere nelle trappole ideologiche che si nascondono nello strutturare discorsi fondamentali in apparenza su proposizioni di tipo descrittivo, attraverso quelle che sono, invece, determinate opzioni di valore. Anche per l’analisi del comportamento deviante e per i meccanismi di controllo sociale (tra i quali il diritto) lo strumento analitico del linguaggio appare un utile mezzo per la spiegazione di vari fenomeni. 
#linguaggio #organizzazione #devianza #legge #analisi #istituzioni #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 2/2019 di #rtsa Francesca Anna Maria Caruso ci parla di "The Study of Language for the Analysis of Institutions"

    Lo studio del diritto e della legge attraverso l’analisi del linguaggio è tipico della filosofia analitica del diritto. In questa prospettiva c’è la possibilità di studiare da un punto di vista scientifico (descrittivo-applicativo) anche l’universo del discorso giuridico. Esso, per la propria specificità, si avvale, nella costruzione delle proprie teorie, di proposizioni di tipo precettivo e spesso anche valutativo, avendo a che fare con enunciati in lingua che si risolvono in una serie di “predicati deontici” di varia maniera. Insomma è possibile analizzare con occhio descrittivo-esplicativo anche una fenomenologia che si presenta fortemente valutativa e prescrittiva. Così nulla vieta che il diritto possa essere studiato in un’ottica analitica a-valutativa e non-cognitivistica (che non pretende quindi di conoscere ciò che è “buono” e ciò che è ”giusto” rispetto a ciò che non lo è, secondo i principi dell’etica della non-verità) che si esima dal dare giudizi di valore. Così si evita di cadere nelle trappole ideologiche che si nascondono nello strutturare discorsi fondamentali in apparenza su proposizioni di tipo descrittivo, attraverso quelle che sono, invece, determinate opzioni di valore. Anche per l’analisi del comportamento deviante e per i meccanismi di controllo sociale (tra i quali il diritto) lo strumento analitico del linguaggio appare un utile mezzo per la spiegazione di vari fenomeni.
    #linguaggio #organizzazione #devianza #legge #analisi #istituzioni #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  11  0  6 December, 2019
  • Nel numero 3/2016 di #rtsa Antonio Russo dell' #unimessina interviene su "Il problema dello sviluppo economico nel #Mezzogiorno tra razionalità individuale e scelte pubbliche" 
L’articolo analizza l’impatto del clientelismo sull’economia del Mezzogiorno e i suoi effetti sulle politiche di sviluppo. Attraverso l'uso della teoria della public choice come principale strumento analitico l'articolo sottolinea il ruolo espletato dalle coalizioni distributive, e i relativi effetti sull'efficacia delle politiche di sviluppo. L'articolo argomenta che, a causa del clientelismo, le politiche di sviluppo basate sulla governance e sulla partecipazione degli stakeholders locali risultano inadeguate a supportare lo sviluppo delle Regioni meridionali.

#mezzogiorno #regione #messina #sviluppo #rationalchoice #efficacia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

Ph. @_miki_e_matisse_
  • Nel numero 3/2016 di #rtsa Antonio Russo dell' #unimessina interviene su "Il problema dello sviluppo economico nel #Mezzogiorno tra razionalità individuale e scelte pubbliche"
    L’articolo analizza l’impatto del clientelismo sull’economia del Mezzogiorno e i suoi effetti sulle politiche di sviluppo. Attraverso l'uso della teoria della public choice come principale strumento analitico l'articolo sottolinea il ruolo espletato dalle coalizioni distributive, e i relativi effetti sull'efficacia delle politiche di sviluppo. L'articolo argomenta che, a causa del clientelismo, le politiche di sviluppo basate sulla governance e sulla partecipazione degli stakeholders locali risultano inadeguate a supportare lo sviluppo delle Regioni meridionali.

    #mezzogiorno #regione #messina #sviluppo #rationalchoice #efficacia #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

    Ph. @_miki_e_matisse_

  •  8  0  6 December, 2019
  • "Il coraggio è l'arte di superare le proprie paure. È resistere a tutto ciò che tradisce le nostre idee". Sono le parole di Edgar Morin, membro del Comitato scientifico della Rivista e grande Maestro della sociologia europea, in un'intervista in cui parla del suo ultimo libro, la sua autobiografia, "Les souvenirs viennent à ma rencontre". #leparisien #edgarmorin #coraggio #paure #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • "Il coraggio è l'arte di superare le proprie paure. È resistere a tutto ciò che tradisce le nostre idee". Sono le parole di Edgar Morin, membro del Comitato scientifico della Rivista e grande Maestro della sociologia europea, in un'intervista in cui parla del suo ultimo libro, la sua autobiografia, "Les souvenirs viennent à ma rencontre". #leparisien #edgarmorin #coraggio #paure #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  14  0  5 December, 2019
  • A vent'anni dalla morte di Nilde Iotti la Rivista Trimestrale di Scienza dell'Amministrazione propone un articolo di Emanuela Spanò nel numero 1/2018 sulle #donne nelle #università, dal titolo "Sedotte e valutate: la meritocrazia nell’auto-rappresentazione delle feminae academiche". Il presente contributo punta ad analizzare i modi e le forme attraverso cui processi di ristrutturazione, e parziale convergenza, dei sistemi universitari improntati all’eccellenza e al merito stanno ridisegnando le disuguaglianze di genere al loro interno. Per farlo si è scelto di analizzare i processi di rappresentazione soggettiva, dai quali emergono miti fortemente engendered, ossia “intrisi” di contenuti di genere. Si intende infatti esplorare come le trasformazioni dei sistemi di reclutamento e gestione del personale docente stiano - in particolar modo attraverso i miti del merito e della valutazione - modificando le forme di auto-rappresentazione di genere delle donne giunte ai vertici della gerarchia accademica.

#donne #università #nildeiotti #genderequality #valutazione #merito #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • A vent'anni dalla morte di Nilde Iotti la Rivista Trimestrale di Scienza dell'Amministrazione propone un articolo di Emanuela Spanò nel numero 1/2018 sulle #donne nelle #università, dal titolo "Sedotte e valutate: la meritocrazia nell’auto-rappresentazione delle feminae academiche". Il presente contributo punta ad analizzare i modi e le forme attraverso cui processi di ristrutturazione, e parziale convergenza, dei sistemi universitari improntati all’eccellenza e al merito stanno ridisegnando le disuguaglianze di genere al loro interno. Per farlo si è scelto di analizzare i processi di rappresentazione soggettiva, dai quali emergono miti fortemente engendered, ossia “intrisi” di contenuti di genere. Si intende infatti esplorare come le trasformazioni dei sistemi di reclutamento e gestione del personale docente stiano - in particolar modo attraverso i miti del merito e della valutazione - modificando le forme di auto-rappresentazione di genere delle donne giunte ai vertici della gerarchia accademica.

    #donne #università #nildeiotti #genderequality #valutazione #merito #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  9  0  4 December, 2019
  • Nel numero 2/2019 di #rtsa Luca Corchia ci parla di ➡️ "Political communication in Social Networks Election campaigns and digital data analysis: a bibliographic review"

Sono qui presentati i risultati di una rassegna bibliografica sulla comunicazione politica, in particolare la comunicazione elettorale nei social network. Le campagne elettorali sono un test cruciale per verificare le trasformazioni del sistema mediale e delle forme e degli usi degli atti linguistici da parte degli attori dominanti nella sfera pubblica – candidati, partiti, giornalisti e gatekeepers. L'obiettivo è quello di ricostruire i primi elementi di un modello analitico sulle trasformazioni della sfera pubblica politica, con cui sistematizzare i risultati delle principali ricerche empiriche condotte negli ultimi anni, in particolare quelle condotte con una metodologia promettente: la Digital Trace Data Analysis.

#facebook #twitter #instagram #politicalcommunication #speech #web #social #bigdata #publicsphere #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Nel numero 2/2019 di #rtsa Luca Corchia ci parla di ➡️ "Political communication in Social Networks Election campaigns and digital data analysis: a bibliographic review"

    Sono qui presentati i risultati di una rassegna bibliografica sulla comunicazione politica, in particolare la comunicazione elettorale nei social network. Le campagne elettorali sono un test cruciale per verificare le trasformazioni del sistema mediale e delle forme e degli usi degli atti linguistici da parte degli attori dominanti nella sfera pubblica – candidati, partiti, giornalisti e gatekeepers. L'obiettivo è quello di ricostruire i primi elementi di un modello analitico sulle trasformazioni della sfera pubblica politica, con cui sistematizzare i risultati delle principali ricerche empiriche condotte negli ultimi anni, in particolare quelle condotte con una metodologia promettente: la Digital Trace Data Analysis.

    #facebook #twitter #instagram #politicalcommunication #speech #web #social #bigdata #publicsphere #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  9  0  4 December, 2019
  • Continuiamo a parlare di #sindacati grazie ad Adolfo Braga che nel numero 4/2017 di #rtsa si domanda ❓❓ "Quali soluzioni organizzative per le nuove forme di rappresentanza? Le ricerche organizzative dei sindacati" ❓❓ La lettura “organizzazionale” delle diverse ricerche del sindacato italiano oggi che l’autore propone è articolata su alcuni dei filoni più sperimentati della sociologia dell’organizzazione con una valutazione complessiva articolata su due ipotesi: la prima ipotesi è che il sindacato rappresenta un’organizzazione tra altre organizzazioni, ma dotata di consistenti peculiarità che la contraddistinguono. La seconda ipotesi è che l’organizzazione del sindacato rappresenta una dimensione e una variabile di rilievo centrale all’interno del processo di interpretazione della strategia e dell’azione sindacale. Con la prima ipotesi l’autore dimostra l’esistenza nel sindacato sia di processi e logiche analoghi a quelli delle altre organizzazioni, che la messa in luce di attributi del sindacato che sono ad esso peculiari dal punto di vista organizzativo. Nella seconda ipotesi l’autore fa riferimento alle ultime vicende del sindacato italiano sia sul versante delle tormentate stagioni contrattuali che su quello dei tentativi di riforma della rappresentanza per metterne in evidenza la tendenza a mutare notevolmente la propria organizzazione interna laddove emergono istanze di rinnovamento di obiettivi, di contenuti e di metodi delle lotte che sono maturate ed espresse dalla base.

#sindacato #organizzazione #rappresentanza #partecipazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Continuiamo a parlare di #sindacati grazie ad Adolfo Braga che nel numero 4/2017 di #rtsa si domanda ❓❓ "Quali soluzioni organizzative per le nuove forme di rappresentanza? Le ricerche organizzative dei sindacati" ❓❓ La lettura “organizzazionale” delle diverse ricerche del sindacato italiano oggi che l’autore propone è articolata su alcuni dei filoni più sperimentati della sociologia dell’organizzazione con una valutazione complessiva articolata su due ipotesi: la prima ipotesi è che il sindacato rappresenta un’organizzazione tra altre organizzazioni, ma dotata di consistenti peculiarità che la contraddistinguono. La seconda ipotesi è che l’organizzazione del sindacato rappresenta una dimensione e una variabile di rilievo centrale all’interno del processo di interpretazione della strategia e dell’azione sindacale. Con la prima ipotesi l’autore dimostra l’esistenza nel sindacato sia di processi e logiche analoghi a quelli delle altre organizzazioni, che la messa in luce di attributi del sindacato che sono ad esso peculiari dal punto di vista organizzativo. Nella seconda ipotesi l’autore fa riferimento alle ultime vicende del sindacato italiano sia sul versante delle tormentate stagioni contrattuali che su quello dei tentativi di riforma della rappresentanza per metterne in evidenza la tendenza a mutare notevolmente la propria organizzazione interna laddove emergono istanze di rinnovamento di obiettivi, di contenuti e di metodi delle lotte che sono maturate ed espresse dalla base.

    #sindacato #organizzazione #rappresentanza #partecipazione #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  10  0  3 December, 2019
  • Roberta Iannone ( @iannone486 ) nel numero 1/2017 di #rtsa ci parla di 👩‍💼 "Donne e sindacato. Partecipazione, dirigenza e percorsi femminili di vita e di carriera" 
La ricerca affronta il tema della partecipazione femminile nelle organizzazioni sindacali con particolare riferimento all'assunzione da parte delle
donne dei ruoli di responsabilità. L'indagine empirica è stata condotta considerando il sindacato FLAEI CISL come case study al fine di cogliere elementi universali e tipicità specifiche dell'oggetto di ricerca.

#donne #sindacato #partecipazione #organizzazione #flaei #cisl #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • Roberta Iannone ( @iannone486 ) nel numero 1/2017 di #rtsa ci parla di 👩‍💼 "Donne e sindacato. Partecipazione, dirigenza e percorsi femminili di vita e di carriera"
    La ricerca affronta il tema della partecipazione femminile nelle organizzazioni sindacali con particolare riferimento all'assunzione da parte delle
    donne dei ruoli di responsabilità. L'indagine empirica è stata condotta considerando il sindacato FLAEI CISL come case study al fine di cogliere elementi universali e tipicità specifiche dell'oggetto di ricerca.

    #donne #sindacato #partecipazione #organizzazione #flaei #cisl #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  0  3 December, 2019
  • 🗣 Nel numero 4/2016 di #rtsa Loredana Tallarita ci parla di "Corpi velati. L’estetica del corpo e l’ostinazione del burqa"

L’uso del burqa nei paesi occidentali non è obbligatorio per chi ha scelto l’Islam come confessione religiosa, tuttavia, in molti paesi europei donne giovanissime, provenienti da quelle aree del mondo nelle quali il burqa è un obbligo, decidono di indossarlo ugualmente. Tale atteggiamento può esprimere diversi significati simbolici: inteso come esibizione, sfida, moda o ricerca di attenzioni nella società di appartenenza e in quella di accoglienza, il burqa è una chiara manifestazione dell’attaccamento alle proprie radici religiose e culturali. L’uso del burqa rappresenta un ambito di
discussione e di ampia riflessione, che tocca vari punti su cui focalizzare l’attenzione: tra i quali quello della “rappresentazione identitaria del corpo”
attraverso l’uso del vestito e della “libertà dell’uso del burqa” nello spazio pubblico nei paesi di accoglienza. Il corpo della donna musulmana è rappresentato sempre con pudore, abbigliato e coperto integralmente, protetto dallo sguardo altrui ed è quasi mai esposto pubblicamente senza il velo o il burqa. Tutto il contrario di ciò che accade nella società occidentale dove la rappresentazione della femminilità è ostentata, erotizzata e infine scoperta ed esposta allo sguardo altrui, attraverso la perenne alternanza del gioco della seduzione: del copri e scopri, usando l’abito come strumento e ornamento che ne esalta tutta la sua capacità espressiva, in una società sempre più esibizionista, individualista e narcisista. 
Ph. @mik

#burqa #islam #donnemusulmane #velo #religione #donna #corpo #occidente #picoftheday #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • 🗣 Nel numero 4/2016 di #rtsa Loredana Tallarita ci parla di "Corpi velati. L’estetica del corpo e l’ostinazione del burqa"

    L’uso del burqa nei paesi occidentali non è obbligatorio per chi ha scelto l’Islam come confessione religiosa, tuttavia, in molti paesi europei donne giovanissime, provenienti da quelle aree del mondo nelle quali il burqa è un obbligo, decidono di indossarlo ugualmente. Tale atteggiamento può esprimere diversi significati simbolici: inteso come esibizione, sfida, moda o ricerca di attenzioni nella società di appartenenza e in quella di accoglienza, il burqa è una chiara manifestazione dell’attaccamento alle proprie radici religiose e culturali. L’uso del burqa rappresenta un ambito di
    discussione e di ampia riflessione, che tocca vari punti su cui focalizzare l’attenzione: tra i quali quello della “rappresentazione identitaria del corpo”
    attraverso l’uso del vestito e della “libertà dell’uso del burqa” nello spazio pubblico nei paesi di accoglienza. Il corpo della donna musulmana è rappresentato sempre con pudore, abbigliato e coperto integralmente, protetto dallo sguardo altrui ed è quasi mai esposto pubblicamente senza il velo o il burqa. Tutto il contrario di ciò che accade nella società occidentale dove la rappresentazione della femminilità è ostentata, erotizzata e infine scoperta ed esposta allo sguardo altrui, attraverso la perenne alternanza del gioco della seduzione: del copri e scopri, usando l’abito come strumento e ornamento che ne esalta tutta la sua capacità espressiva, in una società sempre più esibizionista, individualista e narcisista.
    Ph. @mik

    #burqa #islam #donnemusulmane #velo #religione #donna #corpo #occidente #picoftheday #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  13  0  2 December, 2019
  • 💻 Elena Gremigni nel numero 1/2019 di #rtsa ci parla di "Competenze digitali e Media Education: potenzialità e limiti del Piano Nazionale Scuola Digitale" 
L’Unione europea ha inserito sin dal 2006 la “competenza digitale” tra le otto competenze fondamentali del Lifelong Learning Programme (European Council, 2006) allo scopo di rispondere alle esigenze indotte dalla New/Net/Knowledge Economy e superare nuove forme di digital divide. La recente
legislazione italiana riguardante le istituzioni educative e la legge 13 luglio 2015, n. 107, in particolare, hanno recepito le indicazioni dell’Unione europea
promuovendo un Piano Nazionale Scuola Digitale. Anche se appare prematuro valutare gli effetti prodotti da questo piano, l’impostazione data dal MIUR, a partire dal linguaggio utilizzato per definire le azioni, sembra muovere in direzione di un adattamento ai processi economici in atto, senza favorire una reale Media Education che permetta agli studenti di sviluppare forme di pensiero critico.

#unioneeuropea #miur #pianonazionale #scuola #knowledgeeconomy #mediaeducation #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

Ph. 📸 @_miki_e_matisse_
  • 💻 Elena Gremigni nel numero 1/2019 di #rtsa ci parla di "Competenze digitali e Media Education: potenzialità e limiti del Piano Nazionale Scuola Digitale"
    L’Unione europea ha inserito sin dal 2006 la “competenza digitale” tra le otto competenze fondamentali del Lifelong Learning Programme (European Council, 2006) allo scopo di rispondere alle esigenze indotte dalla New/Net/Knowledge Economy e superare nuove forme di digital divide. La recente
    legislazione italiana riguardante le istituzioni educative e la legge 13 luglio 2015, n. 107, in particolare, hanno recepito le indicazioni dell’Unione europea
    promuovendo un Piano Nazionale Scuola Digitale. Anche se appare prematuro valutare gli effetti prodotti da questo piano, l’impostazione data dal MIUR, a partire dal linguaggio utilizzato per definire le azioni, sembra muovere in direzione di un adattamento ai processi economici in atto, senza favorire una reale Media Education che permetta agli studenti di sviluppare forme di pensiero critico.

    #unioneeuropea #miur #pianonazionale #scuola #knowledgeeconomy #mediaeducation #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

    Ph. 📸 @_miki_e_matisse_

  •  14  0  1 December, 2019
  • ‼Ricordiamo a tutti che mancano solo 4️⃣ giorni alla fine della #callforpapers dal titolo "La Smart City e la nuova complessità urbana" ⚠️Follow us ➡️ @rtsa.eu

Negli ultimi decenni, l’integrazione dei più avanzati elementi tecnologici e comunicativi in ogni ambito della vita quotidiana e l’introduzione del paradigma della smart city hanno introdotto grandi cambiamenti negli stili di vita urbani e nel modo di intendere la socialità. Investite da un enorme flusso di informazioni, nuove opzioni di mobilità, criticità ambientali ed efficienza energetica, le città sono divenute il luogo del mutamento sociale per
eccellenza, nella sua dimensione organizzativa (ordine sociale, lavoro) e strutturale (famiglia, scuola, politica, cultura). La dimensione urbana cambia sulla spinta di una serie di fenomeni complessi quali l’incremento demografico cittadino, l’iniquità di accesso e consumo di risorse ambientali, l’incremento delle diseguaglianze sociali, l’iniquo accesso a servizi pubblici tra le varie aree della città. 
Ci si domanda allora quale sia la vera portata innovativa del paradigma della smart city, quali le sue ripercussioni sul senso di appartenenza e sull’identità dei cittadini, e quali relazioni esso abbia con il diritto alla città.

#smartcity #deadline #callforpapers #4
#rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo
  • ‼Ricordiamo a tutti che mancano solo 4️⃣ giorni alla fine della #callforpapers dal titolo "La Smart City e la nuova complessità urbana" ⚠️Follow us ➡️ @rtsa.eu

    Negli ultimi decenni, l’integrazione dei più avanzati elementi tecnologici e comunicativi in ogni ambito della vita quotidiana e l’introduzione del paradigma della smart city hanno introdotto grandi cambiamenti negli stili di vita urbani e nel modo di intendere la socialità. Investite da un enorme flusso di informazioni, nuove opzioni di mobilità, criticità ambientali ed efficienza energetica, le città sono divenute il luogo del mutamento sociale per
    eccellenza, nella sua dimensione organizzativa (ordine sociale, lavoro) e strutturale (famiglia, scuola, politica, cultura). La dimensione urbana cambia sulla spinta di una serie di fenomeni complessi quali l’incremento demografico cittadino, l’iniquità di accesso e consumo di risorse ambientali, l’incremento delle diseguaglianze sociali, l’iniquo accesso a servizi pubblici tra le varie aree della città.
    Ci si domanda allora quale sia la vera portata innovativa del paradigma della smart city, quali le sue ripercussioni sul senso di appartenenza e sull’identità dei cittadini, e quali relazioni esso abbia con il diritto alla città.

    #smartcity #deadline #callforpapers #4
    #rtsa #call #rivista #trimestrale #scienza #amministrazione #scienzesociali #sociologiagenerale #politica #scienzapolitica #processiculturali #processicomunicativi #ambiente #dirittoamministrativo

  •  12  1  1 December, 2019

Top #processiculturali Posts

  • Studiare è una delle poche cose che mi fa sperare in un futuro migliore. Forse perché ho scelto questa strada andando contro tutto e tutti. Forse perché l'Università mi ha accolto quando stavo talmente male da non riconoscermi più. Forse perché finalmente sono io a decidere del mio futuro. Forse perché studiare ti fa capire davvero il mondo intorno a te. 
Certe volte vorrei mollare, abbandonare tutto e riprendere a lavorare a tempo pieno, perché quando devi contare anche i centesimi per il caffè, lo sconforto ti assale. Poi però mi faccio forza. Certi sogni non posso lasciarli svanire anche se la vita fa di tutto per buttarmi giù.
#processiculturali #scienzedellacomunicazione #comunicationstudent #communicationstudies #ComUnica #università #university #nonmollaremai #isognisondesideri
  • Studiare è una delle poche cose che mi fa sperare in un futuro migliore. Forse perché ho scelto questa strada andando contro tutto e tutti. Forse perché l'Università mi ha accolto quando stavo talmente male da non riconoscermi più. Forse perché finalmente sono io a decidere del mio futuro. Forse perché studiare ti fa capire davvero il mondo intorno a te.
    Certe volte vorrei mollare, abbandonare tutto e riprendere a lavorare a tempo pieno, perché quando devi contare anche i centesimi per il caffè, lo sconforto ti assale. Poi però mi faccio forza. Certi sogni non posso lasciarli svanire anche se la vita fa di tutto per buttarmi giù.
    #processiculturali #scienzedellacomunicazione #comunicationstudent #communicationstudies #ComUnica #università #university #nonmollaremai #isognisondesideri

  •  30  1  18 April, 2016
  • Lunedi 11 novembre (ore 8.30, Aula SP6, Edificio D, Ateneo di Salerno) comincia il mio nuovo insegnamento di SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E INTERNET STUDIES. Inauguro il mio insegnamento con una lezione di natura storica dedicata ad Internet (nel suo cinquantesimo anno di vita). Dalle prime sperimentazioni alle logiche militari, dal grande entusiasmo ai tecnoscettici, attraversando Levy, Negroponte, Castells fino al mondo delle fake news e degli hate speech. Insomma, continuare ad indagare il nostro stretto contemporaneo ricostruendone, sempre, le radici.
#unisa #universitàdeglistudidisalerno #sociologia #internet #processiculturali
  • Lunedi 11 novembre (ore 8.30, Aula SP6, Edificio D, Ateneo di Salerno) comincia il mio nuovo insegnamento di SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E INTERNET STUDIES. Inauguro il mio insegnamento con una lezione di natura storica dedicata ad Internet (nel suo cinquantesimo anno di vita). Dalle prime sperimentazioni alle logiche militari, dal grande entusiasmo ai tecnoscettici, attraversando Levy, Negroponte, Castells fino al mondo delle fake news e degli hate speech. Insomma, continuare ad indagare il nostro stretto contemporaneo ricostruendone, sempre, le radici.
    #unisa #universitàdeglistudidisalerno #sociologia #internet #processiculturali

  •  28  0  31 October, 2019
  • Disquisendo di processi culturali
  • Disquisendo di processi culturali

  •  6  1  3 hours ago