#ellenismo Instagram Photos & Videos

ellenismo - 1.6k posts

Hashtag Popularity

3.2
average comments
171
average likes

Latest #ellenismo Posts

  • Una campagna di scavi archeologici condotta dalla Università di St. Andrews in Scozia negli anni 1935-1938 - seguita nel 1952-1954 da una seconda campagna di scavi- nell'area alle spalle della moschea di Sultanahmet, con l'obiettivo di studiare le vestigia del Grande Palazzo, portò alla scoperta di mosaici di cui non si erano conservate notizie. Successivi lavori condotti in collaborazione tra l'Accademia Austriaca delle Scienze e la "Direzione Generale dei Monumenti e Musei della Turchia" consentirono di recuperare quanto resta di questo complesso musivo di sorprendente bellezza che occupava un'area di 1872 m². Vi si trovano raffigurati animali di ogni genere, reali e fantastici, figure mitologiche, giochi infantili, scene di caccia e di vita campestre. Sono state recuperate anche parti del fregio largo di 1,5 m che affiancava da ambo i lati la fascia principale dei mosaici: esso è formato da motivi in composti da girali vegetali e teste d'uomo.
Il Museo dei Mosaici, aperto al pubblico alla fine degli anni ottanta, consente di ammirare i mosaici parzialmente in situ in quello che era il pavimento di un peristilio, o montati su appositi pannelli appesi alle pareti.
I mosaici sono connotati da un linguaggio che rimanda all'arte ellenistica; sulla loro datazione si erano formulate diverse ipotesi. Indagini condotte sul materiale impiegato per realizzare i mosaici e il sottostante strato di isolamento portano a datare il complesso agli inizi del VI secolo o comunque all'età giustinianea. Controversa è la funzione del complesso architettonico che, all'interno del Gran Palazzo, ospitava i mosaici: si tratta di un edificio che comprendeva un grande peristilio e una sala absidata adiacente, forse una sorta di disimpegno monumentale collocato nella parte centrale del Palazzo.
.
Fonte wikipedia 
Foto @marcello.garbagnati
.
.
#mosaico #mosaic #mosaici #mosaics #mosaicart #art #arte #imperoromano #ellenismo #romanempire #istanbul #heritage #museo #museum #camel #dromedario #pavimento #restauro #fotodelgiorno #picsoftheay #visitistanbul #placetosee #mosaik #archeooogia #archeologic #archeo #archeologie antichità #ancient #mediterraneoantico
  • Una campagna di scavi archeologici condotta dalla Università di St. Andrews in Scozia negli anni 1935-1938 - seguita nel 1952-1954 da una seconda campagna di scavi- nell'area alle spalle della moschea di Sultanahmet, con l'obiettivo di studiare le vestigia del Grande Palazzo, portò alla scoperta di mosaici di cui non si erano conservate notizie. Successivi lavori condotti in collaborazione tra l'Accademia Austriaca delle Scienze e la "Direzione Generale dei Monumenti e Musei della Turchia" consentirono di recuperare quanto resta di questo complesso musivo di sorprendente bellezza che occupava un'area di 1872 m². Vi si trovano raffigurati animali di ogni genere, reali e fantastici, figure mitologiche, giochi infantili, scene di caccia e di vita campestre. Sono state recuperate anche parti del fregio largo di 1,5 m che affiancava da ambo i lati la fascia principale dei mosaici: esso è formato da motivi in composti da girali vegetali e teste d'uomo.
    Il Museo dei Mosaici, aperto al pubblico alla fine degli anni ottanta, consente di ammirare i mosaici parzialmente in situ in quello che era il pavimento di un peristilio, o montati su appositi pannelli appesi alle pareti.
    I mosaici sono connotati da un linguaggio che rimanda all'arte ellenistica; sulla loro datazione si erano formulate diverse ipotesi. Indagini condotte sul materiale impiegato per realizzare i mosaici e il sottostante strato di isolamento portano a datare il complesso agli inizi del VI secolo o comunque all'età giustinianea. Controversa è la funzione del complesso architettonico che, all'interno del Gran Palazzo, ospitava i mosaici: si tratta di un edificio che comprendeva un grande peristilio e una sala absidata adiacente, forse una sorta di disimpegno monumentale collocato nella parte centrale del Palazzo.
    .
    Fonte wikipedia
    Foto @marcello.garbagnati
    .
    .
    #mosaico #mosaic #mosaici #mosaics #mosaicart #art #arte #imperoromano #ellenismo #romanempire #istanbul #heritage #museo #museum #camel #dromedario #pavimento #restauro #fotodelgiorno #picsoftheay #visitistanbul #placetosee #mosaik #archeooogia #archeologic #archeo #archeologie antichità #ancient #mediterraneoantico

  •  1,106  4  4 November, 2019
  • Nel 327 a.C., Alessandro Magno, egemone della Grecia e Faraone d’Egitto, conseguì una serie di vittorie presso le tappe Asiatiche.
L’esercito considerava Alessandro una sorta di  divinità, incapace di perire anche sotto i fulmini di Zeus.
Un re qualunque sarebbe stato onorato e lusingato di tanta considerazione da parte dei suoi uomini, ma Alessandro era diverso, a suo discapito affermò svariate volte a Tolomeo, Cratero, Efestione ed i suoi amici più cari, che la sua vita non valeva più di un soldato semplice, ma a lui non sono mai bastate le parole: in battaglia era sempre il primo a fiondarsi sul nemico, a rischiare la vita per la propria patria, per i suoi uomini, per creare un mondo in cui potevi affermare di essere Persiano, egiziano, greco... senza paura delle conseguenze, ma più di tutto questo... in onore di suo padre! 
Un giorno durante una battaglia venne ferito, e fu allora, che pronunciò le seguenti parole: Vedete? È sangue umano! Umano! Non divino!
.
#alessandromagmo #grecia #ellenismo #storia #pillole #pilloledistoria #pilloledicultura #cultura #vita #amore #bucefalo #filippoii #magno #macedonia #imperopersiano #dc #impero #asia #darioiii #persia #mazeo #satrapo
  • Nel 327 a.C., Alessandro Magno, egemone della Grecia e Faraone d’Egitto, conseguì una serie di vittorie presso le tappe Asiatiche.
    L’esercito considerava Alessandro una sorta di divinità, incapace di perire anche sotto i fulmini di Zeus.
    Un re qualunque sarebbe stato onorato e lusingato di tanta considerazione da parte dei suoi uomini, ma Alessandro era diverso, a suo discapito affermò svariate volte a Tolomeo, Cratero, Efestione ed i suoi amici più cari, che la sua vita non valeva più di un soldato semplice, ma a lui non sono mai bastate le parole: in battaglia era sempre il primo a fiondarsi sul nemico, a rischiare la vita per la propria patria, per i suoi uomini, per creare un mondo in cui potevi affermare di essere Persiano, egiziano, greco... senza paura delle conseguenze, ma più di tutto questo... in onore di suo padre!
    Un giorno durante una battaglia venne ferito, e fu allora, che pronunciò le seguenti parole: Vedete? È sangue umano! Umano! Non divino!
    .
    #alessandromagmo #grecia #ellenismo #storia #pillole #pilloledistoria #pilloledicultura #cultura #vita #amore #bucefalo #filippoii #magno #macedonia #imperopersiano #dc #impero #asia #darioiii #persia #mazeo #satrapo

  •  50  0  30 October, 2019
  • Il mondo romano imperiale deve molto alla cultura greca, che assorbe e fa sua. In occidente il latino ha la meglio (compresi i Balcani), ma l'oriente mantiene la lingua e la cultura greca, tanto apprezzata da alcuni imperatori romani come Nerone e Adriano; altri, invece, più ligi al mos maiorum, cercheranno di ridurre gli influssi greci, come Vespasiano. Ma di fatto l'impero diventerà greco-romano e un'unica cultura sarà diffusa dalla Britannia alla Mesopotamia. A suggellare l'unità ci penserà poi Caracalla, che nel 212 concederà la cittadinanza romana a tutti (o quasi) gli abitanti liberi dell'impero.

_______

In foto: resti di Sagalassos, in Turchia

______________

Scopri di più su STORIE ROMANE:

www.storieromane.it
  • Il mondo romano imperiale deve molto alla cultura greca, che assorbe e fa sua. In occidente il latino ha la meglio (compresi i Balcani), ma l'oriente mantiene la lingua e la cultura greca, tanto apprezzata da alcuni imperatori romani come Nerone e Adriano; altri, invece, più ligi al mos maiorum, cercheranno di ridurre gli influssi greci, come Vespasiano. Ma di fatto l'impero diventerà greco-romano e un'unica cultura sarà diffusa dalla Britannia alla Mesopotamia. A suggellare l'unità ci penserà poi Caracalla, che nel 212 concederà la cittadinanza romana a tutti (o quasi) gli abitanti liberi dell'impero.

    _______

    In foto: resti di Sagalassos, in Turchia

    ______________

    Scopri di più su STORIE ROMANE:

    www.storieromane.it

  •  716  8  22 October, 2019
  • La piana di #Erbil é sconfinata. La scandiscono i tell che sono ovunque, tracce di insediamenti di ogni epoca dalla preistoria alle trincee di Saddam. Ma anche i corsi d'acqua e i canali che creano oasi di verde sorprendenti. E le fiamme dei pozzi di petrolio che brillano anche da molto lontano. Tutto convive fianco a fianco, nella piana sconfinata. Si respira aria di #Mesopotamia vera.
Il team di oriente antico #Unimi é al lavoro sulla piana di Erbil. Con la direzione di Luca Peyronel - anche condirettore del nostro Journal - scava due tell che stanno regalando storie sul #Neolitico, sugli inizi della #civiltà urbana, l'età del #bronzo e fino all'#ellenismo. Non è facile lavorare sulla piana assolata e spazzata dal vento. Però merita davvero!
Ecco a voi i due direttori del #Journal uniti, #CinziaDalMaso e #LucaPeyronel, su tell Helawa e in una fabbrica di mattoni dove si lavora come millenni fa.
#archeostorie #archeologia #archaeology #archeolovers #scavi #news #reportage #reportagephotography
  • La piana di #Erbil é sconfinata. La scandiscono i tell che sono ovunque, tracce di insediamenti di ogni epoca dalla preistoria alle trincee di Saddam. Ma anche i corsi d'acqua e i canali che creano oasi di verde sorprendenti. E le fiamme dei pozzi di petrolio che brillano anche da molto lontano. Tutto convive fianco a fianco, nella piana sconfinata. Si respira aria di #Mesopotamia vera.
    Il team di oriente antico #Unimi é al lavoro sulla piana di Erbil. Con la direzione di Luca Peyronel - anche condirettore del nostro Journal - scava due tell che stanno regalando storie sul #Neolitico, sugli inizi della #civiltà urbana, l'età del #bronzo e fino all' #ellenismo. Non è facile lavorare sulla piana assolata e spazzata dal vento. Però merita davvero!
    Ecco a voi i due direttori del #Journal uniti, #CinziaDalMaso e #LucaPeyronel, su tell Helawa e in una fabbrica di mattoni dove si lavora come millenni fa.
    #archeostorie #archeologia #archaeology #archeolovers #scavi #news #reportage #reportagephotography

  •  60  0  21 October, 2019

Top #ellenismo Posts

  • «Cosa faremo noi trecce, se monti sì grandi cedono
al ferro? Possa perire la stirpe dei Càlibi,
che, mala pianta, sorgente da terra, lo rivelarono
per primi, e mostrarono l’arte dei magli!
Da poco, recisa di fresco, mi rimpiangevan le chiome sorelle,
ed ecco il fratello di Memnone l’Etiope
si slanciava ruotando le ali screziate, vento ferace,
destriero della Locride Arsinoe, cinta di viole:
con il soffio mi [spinse] e, portandomi per l’umido aere,
mi pose nel grembo di Cipride (…)». τί πλόκαμοι ῥέξωμεν, ὅτ’ οὔρεα τοῖα σιδή[ρῳ 
εἴκουσιν; Χαλύβων ὡς ἀπόλοιτο γένος, 
γειόθεν ἀντέλλοντα, κακὸν φυτόν, οἵ μιν ἔφηναν 
πρῶτοι καὶ τυπίδων ἔφρασαν ἐργασίην. 
ἄρτι [ν]εότμητόν με κόμαι ποθέεσκον ἀδε[λφεαί, 
καὶ πρόκατε γνωτὸς Μέμνονος Αἰθίοπος 
ἵετο κυκλώσας βαλιὰ πτερὰ θῆλυς ἀήτης, 
ἵππο[ς] ἰοζώνου Λοκρίδος Ἀρσινόης, 
ἤ[λ]ασε δὲ πνοιῇ με, δι’ ἠέρα δ’ ὑγρὸν ἐνείκας 
Κύπρ]ιδος εἰς κόλπους  ἔθηκε (Callim. Aitia IV fr. 110 Pf. vv. 47-56) 
Immagine: Ambrogio Borghi, La regina Berenice (o Chioma di Berenice) – dettaglio. Statua, marmo, 1878. Monza, Musei Civici. 👉🏼📜 https://studiahumanitatispaideia.wordpress.com/2019/08/19/la-chioma-di-berenice/ 
#callimachus
#callimaco
#hellenism
#hellenisticpoetry
#hellenistickings
#bereniceii
#ptolemaicperiod #ptolemaicdynasty #ptolemaicegypt #ptolemyiiievergetes #poesiaalessandrina #letteraturagrecaantica #linguagreca #tolomeoiiievergete #ancientwomen #catasterismi #comaberenices #ellenismo #storiadellegittotolemaico #regnotolemaico #filologiaclassica #studistorici #classicalstudies #classicalphilology #studiclassici
  • «Cosa faremo noi trecce, se monti sì grandi cedono
    al ferro? Possa perire la stirpe dei Càlibi,
    che, mala pianta, sorgente da terra, lo rivelarono
    per primi, e mostrarono l’arte dei magli!
    Da poco, recisa di fresco, mi rimpiangevan le chiome sorelle,
    ed ecco il fratello di Memnone l’Etiope
    si slanciava ruotando le ali screziate, vento ferace,
    destriero della Locride Arsinoe, cinta di viole:
    con il soffio mi [spinse] e, portandomi per l’umido aere,
    mi pose nel grembo di Cipride (…)». τί πλόκαμοι ῥέξωμεν, ὅτ’ οὔρεα τοῖα σιδή[ρῳ
    εἴκουσιν; Χαλύβων ὡς ἀπόλοιτο γένος,
    γειόθεν ἀντέλλοντα, κακὸν φυτόν, οἵ μιν ἔφηναν
    πρῶτοι καὶ τυπίδων ἔφρασαν ἐργασίην.
    ἄρτι [ν]εότμητόν με κόμαι ποθέεσκον ἀδε[λφεαί,
    καὶ πρόκατε γνωτὸς Μέμνονος Αἰθίοπος
    ἵετο κυκλώσας βαλιὰ πτερὰ θῆλυς ἀήτης,
    ἵππο[ς] ἰοζώνου Λοκρίδος Ἀρσινόης,
    ἤ[λ]ασε δὲ πνοιῇ με, δι’ ἠέρα δ’ ὑγρὸν ἐνείκας
    Κύπρ]ιδος εἰς κόλπους ἔθηκε (Callim. Aitia IV fr. 110 Pf. vv. 47-56)
    Immagine: Ambrogio Borghi, La regina Berenice (o Chioma di Berenice) – dettaglio. Statua, marmo, 1878. Monza, Musei Civici. 👉🏼📜 https://studiahumanitatispaideia.wordpress.com/2019/08/19/la-chioma-di-berenice/
    #callimachus
    #callimaco
    #hellenism
    #hellenisticpoetry
    #hellenistickings
    #bereniceii
    #ptolemaicperiod #ptolemaicdynasty #ptolemaicegypt #ptolemyiiievergetes #poesiaalessandrina #letteraturagrecaantica #linguagreca #tolomeoiiievergete #ancientwomen #catasterismi #comaberenices #ellenismo #storiadellegittotolemaico #regnotolemaico #filologiaclassica #studistorici #classicalstudies #classicalphilology #studiclassici

  •  204  1  18 August, 2019